In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
basket serie A

Trieste, con Fayne roster completo Legovich: «Grandi doti atletiche»

Confermato l’arrivo del centro Usa che ha giocato nel campionato tedesco Il presidente Ghiacci: «È un giocatore con notevoli margini di miglioramento»

Lorenzo Gatto
2 minuti di lettura

TRIESTE. Arriva dalla Bundesliga, dove lo scorso anno ha giocato con la maglia dei JobStairs Giessen 46ers, il nuovo centro della Pallacanestro Trieste.

Phil Fayne, classe 1997 con alle spalle esperienze in Argentina, Finlandia e nell'ultima stagione in Germania, completa il roster biancorosso in vista del prossimo campionato. Nel contesto di un mercato estremamente competitivo nel ruolo, scelta condivisa da tecnico e società che hanno saputo coniugare le esigenze tecniche a un budget da rispettare.

«Con Fayne portiamo in biancorosso un giocatore in costante crescita e di prospettiva - spiega Mario Ghiacci - vista l’età e i margini di miglioramento che pensiamo possa avere abbiamo scelto di vincolarlo con un contratto biennale. Oltre che un ottimo atleta chi lo ha allenato nelle scorse stagioni ci ha confermato che è anche un ottimo ragazzo, con la testa sulle spalle, serio e che vive molto positivamente lo spogliatoio. Cercavamo proprio questo per chiudere il roster di coach Legovich, qualità e serietà, che vengono confermate anche dalla continua progressione della sua carriera». Soddisfatto Marco Legovich che, con la firma di Fayne, ha chiuso il cerchio al termine di un'estate che lo ha visto sondare il mercato a trecentosessanta gradi digerendo anche qualche rinuncia. Dopo aver fallito l'assalto a Owens (che ha firmato a Varese) e Lee (finito in Spagna a Manresa), il terzo tentativo è stato quello buono. «Chiudiamo il roster con un centro che ha le caratteristiche che stavamo cercando - il commento del tecnico triestino - che sono coerenti con il nostro progetto tecnico e che completano perfettamente la squadra che abbiamo costruito. Nel colloquio telefonico che abbiamo avuto ho sentito da parte sua grande voglia di mettersi a disposizione e di migliorarsi, e piena condivisione del piano tecnico e tattico che abbiamo in mente sia per la squadra che per lui a livello individuale. È un atleta ancora giovane che sta proseguendo la sua parabola di crescita, ogni anno ha fatto un passo in avanti e ora arriva da noi portando con sé proprio questo desiderio di fare ancora un passo in più”. Da un punto di vista dell'apporto che potrà fornire alla squadra, le sue caratteristiche renderanno semplice il suo inserimento all'interno del gruppo biancorosso. «Phil ha grandissime doti atletiche che gli consentono grande facilità di salto e corsa in campo aperto- conclude Marco Legovich- la sua verticalità gli permette di dare profondità al pick and roll e di avere una forte presenza anche a rimbalzo offensivo. Il suo atletismo gli consente di mettere nella fase difensiva la stessa energia che ha in attacco, ha piedi molto interessanti per il suo ruolo e per il suo tipo di fisicità, che gli consentono di marcare giocatori anche di minor statura in fasi difensive dinamiche e aggressive, e ci fornirà una valida opzione per i cambi nel finale delle azioni».

I commenti dei lettori