In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
ciclismo

La promessa Skerl d’argento continua la crescita tra i pro «Sono più sicuro nelle volate»

Il giovane triestino del Cycling Team si è messo in luce in Romania ottendendo un secondo posto Il ds Boscolo: «Daniel importante per tutta la nostra squadra»

Emmanuele Deste
Aggiornato 1 minuto di lettura

TRIESTE. Al momento promosso a pieni voti. Il talento del ciclismo regionale Daniel Skerl, classe 2003, si presentava a questa prima stagione tra gli Under 23 con molte aspettative ma anche con la paura di subire il contraccolpo del passaggio di categoria tra i “grandi”. Ebbene, ancora una volta il Cycling Team Friuli e il suo direttore sportivo Renzo Boscolo ci hanno visto lungo, riuscendo ad inserire gradualmente il ragazzo di Opicina al piano superiore del ciclismo italiano ed europeo.

«Tutta la squadra –racconta Boscolo- sta rispettando le aspettative della vigilia, stiamo recitando un ruolo da protagonista ogni qual volta attacchiamo il numero sulla schiena. Di pochi giorni fa è la notizia del passaggio del nostro croato Fran Miholjevic tra le file della squadra professionistica del Team Bahrain Victorious, realtà con cui da quest’anno abbiamo instaurato una collaborazione che speriamo possa permettere, nel prossimo futuro, ad altri nostri portacolori di diventare professionisti. Nella nostra rosa si sta ritagliando uno spazio importante anche Daniel». Parlando di Skerl Boscolo non nasconde la soddisfazione di aver ammirato un ragazzo, umile e grintoso, capace di entrare in punta di piedi ma senza paura tra gli Under 23: «Sta crescendo molto in fretta, sotto tutti i punti di vista, e migliorando costantemente. Anche al recente Tour of Szeklerland si è ben comportato, mostrando le sue grandi qualità in volata e dimostrando di avere molti margini di crescita, soprattutto per quanto riguarda la gestione di certi frangenti concitati delle volate. Ora la testa è all’ultima parte di stagione dove Daniel alternerà presenze alle gare internazionali ad apparizioni in competizioni nazionali, appunto per affinare sempre più alcuni meccanismi».

Al Tour of Szeklerland (Romania), manifestazione curata dall’Uci e coinvolgente molti team professionistici, Skerl ha sfoderato le migliori prestazioni del 2022, cogliendo un secondo posto e due quinte piazze nelle singole frazioni.

«Sono molto soddisfatto di questa settimana ma in generale di tutta la stagione. Rispetto agli scorsi anni riesco a gestire con più intelligenza le energie e ad essere concentrato dal via fino al traguardo. Anche qui in Romania mi sono stupito di come per esempio, in una tappa condizionata dai ventagli, sia riuscito sempre a stare nelle posizioni corrette e a giocarmi poi le mie carte in volata. Un altro giorno dovevo tirare la volata ad un mio compagno ma poi mi sono trovato in una posizione di testa e ho colto l’attimo, sono partito lungo cogliendo un’ottima seconda piazza. Dalla prossima settimana voglio continuare su questa strada raccogliendo importanti soddisfazioni per me e il team».

I commenti dei lettori