In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
calcio – serie c

La Triestina insegue due colpi grossi: Inglese e Schiattarella

Avviati contatti con il Parma che controlla i due cartellini ma sono operazioni difficili: in agguato offerte dalla B

Antonello Rodio
2 minuti di lettura
Roberto Inglese 

TRIESTE. Dopo aver già costruito una buona intelaiatura di squadra con ben sedici nuovi arrivi, adesso la Triestina tenta il colpo grosso.

Anzi, due colpi grossi. Non si possono definire altrimenti due nomi del calibro di Roberto Inglese e Pasquale Schiattarella, giocatori dal curriculum illustre che il dg Giancarlo Romairone conosce bene per aver avuto alle sue dipendenze, l’attaccante col Carpi e il centrocampista con lo Spezia. Sia chiaro, si tratta di un’operazione molto difficile, non serve nemmeno sottolineare come l’ingaggio di due giocatori di questo tipo sia molto elevato, senza contare che probabilmente sia Inglese che Schiattarella attendono forse ancora un’offerta dalla serie B. E tra l’altro, a spegnere un po’ le speranze alabardate su Inglese, è stato l’entourage del giocatore che ha ribadito che l’attaccante è al centro del progetto del Parma e non ci sono possibilità che vada alla Triestina. Ma intanto la società alabardata ci sta lavorando e i contatti con il Parma, detentore del cartellino di entrambi i giocatori, sono avviati.

Per il centrocampista Schiattarella, 35 anni, l’ipotesi sul piatto è di acquisirlo a titolo definitivo, mentre per l’attaccante Inglese si tratterebbe invece eventualmente di un prestito. Inglese è un bomber per noto a chi segue il calcio che conta: una punta di notevole tecnica che abbina alla stazza anche agilità ed elevazione. I suoi numeri parlano chiaro: vanta 150 presenze e ben 38 gol in serie A tra Chievo e Parma, 73 presenze e 11 reti in serie B tra Carpi e Parma, 76 presenze e 17 gol in serie C tra Lumezzane e Pescara. Nell’estate del 2017 venne acquistato per 11 milioni dal Napoli che però lo lasciò in prestito al Chievo e poi al Parma. L’unico neo della sua carriera alcuni infortuni di troppo, che soprattutto nelle ultime stagioni ne hanno penalizzato il rendimento.

Quanto a Schiattarella, stiamo parlando di un centrocampista con 105 presenze in serie A tra Livorno, Spal e Benevento, addirittura 323 (e 18 gol) in serie B tra Parma, Benevento, Spal, Latina, Bari, Spezia, Livorno e Anconitana. In serie C ha giocato invece una sola stagione, quindici anni fa con l’Ancona. Andassero in porto questi due colpi, la Triestina farebbe un ulteriore salto di qualità a centrocampo e in attacco e a quel punto anche le aspirazioni potrebbero salire di conseguenza.

Ma con i tanti arrivi e altri colpi ancora in canna, la società alabardata sta ovviamente lavorando anche in uscita. Dopo la comparsa nell’amichevole di Auronzo contro la Lazio, il finlandese Ala-Myllymaki era scomparso dai radar e infatti non viene ritenuto adatto al nuovo progetto alabardato. L’inghippo però è che il centrocampista è in prestito biennale dal Venezia, cui la Triestina vorrebbe restituirlo. Ormai è evidente che anche l’attaccante De Luca non rientra nei piani alabardati, su di lui continua a lavorare il Catania che sta cercando un’intesa economica con la “zanzara”. In lista d’uscita anche il difensore centrale Alessandro Coppola, per il quale si profila una soluzione maltese: il giocatore ha infatti ricevuto una proposta dal Birkinkara per la prossima stagione e ci sta pensando.

I commenti dei lettori