Pallanuoto Trieste in casa contro Savona lancia l’assalto alla Champions

Alle 20.45 alla Bianchi gara1 per un terzo posto che apre la porta principale per l’Europa. Bettini: «Le prove con Brescia ci hanno dato fiducia»

TRIESTESenza nemmeno sporgersi troppo, dalla piscina Bianchi si vede la Champions League.

Pallanuoto Trieste e Rari Nantes Savona sono pronte a scrivere l’ultimo capitolo della loro stagione, a sole due vittorie dal più prestigioso sogno continentale. Il sipario che si alza su gara1 della finale per il terzo posto svela le carte di due formazioni che si trovano nel posto giusto al momento giusto.

Riconosciuta la superiorità (non senza asterischi) di An Brescia e Pro Recco che le hanno eliminate in semifinale, triestini e liguri saranno di fronte nella doppia, eventualmente tripla, sfida verso la Champions, affidata ai fischietti Bruno Navarra e Mirko Schiavo.

Prima sirena del confronto tra alabardati e savonese alle 20.45 di sabato davanti agli spalti che come in occasione della sfortunatissima gara2 di semifinale contro i leoni lombardi, straborderanno di tifosi, ancora una volta verso quota 900. Alcuni posti sugli spalti della piscina Bruno Bianchi sono ancora prenotabili tramite l’app iPrenota mentre la diretta streaming sarà disponibile sulla piattaforma Vimeo della società alabardata.

«Siamo reduci da un ruolino di partite molto dispendiose - analizza l’allenatore alabardato Daniele Bettini due giorni dopo la prova della Mompiano contro Brescia – e per prima cosa abbiamo pensato a ricaricare le batterie e ritrovare energie».

Il gruppo, che questa sera si presenterà al completo, ha svolto alcune sedute defaticanti fino a venerdì quando ha ricominciato a spingere sull’acceleratore in preparazione al confronto con i biancorossi. «Abbiamo avuto davvero poco tempo per lavorare ma ci faremo trovare pronti» ha sottolineato il tecnico alabardato di ritorno da Padova, teatro di gara3 della finale scudetto femminile tra la formazione patavina e L’Ekipe Orizzonte, squadra in cui milita la figlia Dafne, ex orchetta (la serie è attualmente sul 2-1 per le siciliane).

«Certamente quello che ci attende contro il Savona sarà un confronto molto complicato, allo stesso tempo però sono convinto che dal round con il Brescia siamo usciti rafforzati. Abbiamo disputato tre gare di altissimo livello – continua Bettini - maturando la consapevolezza di potercela giocare alla pari con i campioni d’Italia in carica. Ci ha dato consapevolezza. Siamo cresciuti in termini di esperienza e di fiducia nei nostri mezzi. Il Savona è forte, senza dubbio, ma abbiamo negli occhi l’obiettivo della Champions League, ci teniamo davvero tanto e cercheremo di raggiungere il palcoscenico europeo a tutti i costi».

Non c’è solamente il Savona a sbarrare la strada dei triestini, che oltre a doversi misurare contro la caratura tecnica della formazione di Alberto Angelini per il quale Bettini non ha mai nascosto la sua profonda stima, dovranno fare i conti con una tradizione di bestia nera.

Nei tre precedenti tra campionato e coppa Italia, la Pallanuoto Trieste ha collezionato infatti un pareggio e due sconfitte, risultato che fa di Savona il tabù della squadra griffata Samer & Co. Shipping, capace sempre di raggiungere la doppia cifra.

Infine per quanto riguarda la lotta per il tricolore, a Punta Sant’Anna verrà inaugurata l’ennesima stagione della serie esclusiva che ormai da un decennio assegna lo scudetto (Pro Recco-Brescia comincerà alle 18).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crollo Marmolada, il punto del distacco ripreso dall'elicottero

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi