Triestina calcio contro il Palermo senza Lopez e Negro: al Barbera con la difesa a 4?

Sul tavolo diverse ipotesi per frenare la vivacità degli esterni del Palermo. A centrocampo Bucchi avrà a disposizione anche Iotti, Giorno e Giorico

TRIESTE La Triestina è pronta al viaggio verso Palermo per tentare la grande impresa. Stamane la truppa alabardata partirà da Ronchi e, con scalo a Roma, farà poi rotta verso la Sicilia, dove nel pomeriggio svolgerà l’ultima rifinitura. Sempre in zona gli alabardati svolgeranno domattina un risveglio muscolare, prima di affrontare alle 20.30 i rosanero in un Barbera che sta puntando addirittura verso i 30mila tifosi. Ma come ha detto Bucchi, se la Triestina sarà quella del secondo tempo di domenica, l’Unione ha comunque delle chance da giocarsi, anche se vincere con due gol di scarto in un ambiente che sarà infuocato di tifo per i padroni di casa, significa compiere un’impresa da leggenda. Tra l’altro, ad aumentare le difficoltà della contesa, c’è la solita situazione di totale emergenza a livello di disponibilità di giocatori, purtroppo una costante di tutta la stagione. La situazione è addirittura peggiore di quella di domenica scorsa. Rispetto alla partita di andata, non ci sarà innanzitutto Gomez, squalificato per un turno dal giudice sportivo (nei play-off dopo due ammonizioni arriva già lo stop per una giornata). Ma non ci sarà Negro, e con tutta probabilità neanche Lopez: l’uruguagio dopo aver dato forfait domenica alla mezz’ora del primo tempo, ieri ha fatto solo lavoro aerobico a bordo campo non toccando nemmeno il pallone, anche se è probabile che vada con la squadra da buon capitano motivatore della truppa. A Calvano ieri è stata fatta saltare solo la partitella, per cui ci sarà sicuramente, e così Sarno (che domenica nella ripresa è entrato bene) nonostante debba sempre fare i conti con il dolore al costato. Anche Galazzi ha svolto solamente una parte dell’allenamento avendo ancora qualche dolore alla caviglia, ma anche lui stringerà i denti e ci sarà. Più difficile una presenza di Litteri. La buona notizia è che si sono allenati regolarmente Giorico (già protagonista di un buon secondo tempo all’andata) e Giorno, ma anche Iotti è rientrato in gruppo dopo un paio di settimane di assenza. Insomma Bucchi dovrebbe avere finalmente qualche pedina in più per irrobustire il centrocampo, che da tante settimane va avanti con la coppia Calvano-Crimi. Nella ripresa della partita di andata si è visto quanto il centrocampo a tre abbia dato più spessore alla formazione alabardata, capace di arginare finalmente le ripartenze avversarie e di agire con una pressione costante più avanzata. Visto che Giorico stavolta potrebbe partire dall’inizio e che ci sarebbero comunque Giorno e Iotti di scorta, possibile che Bucchi parta subito con tre uomini in mezzo, in quello che potrebbe essere un 3-5-2 oppure un 4-3-3. Nel primo caso Rapisarda, Volta e Ligi in difesa, Calvano, Crimi e Giorico a centrocampo con St Clair e Galazzi esterni, poi Trotta e uno fra Procaccio e De Luca in attacco. In caso invece di 4-3-3, Rapisarda scala a terzino destro con Galazzi laterale sinistro e la coppia Ligi-Volta nel mezzo. A centrocampo come detto Calvano, Giorico e Crimi, mentre in avanti spazio a Trotta in mezzo con De Luca e Procaccio sulle fasce.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bari, rimorchiatore affonda al largo della costa pugliese: le operazioni di soccorso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi