Pallacanestro Trieste, parla Ciani: «Allianz vicina a Fernandez, la sua scelta merita solamente rispetto»

Confronto tra il coach e il Cda: sul nuovo play ci si muoverà senza fretta. Oggi si saprà se si gioca...domani a Treviso

TRIESTE Diviso tra la gestione di un momento complicato, dopo la partenza di Fernandez e la necessità di ripensare agli equilibri della sua Allianz e la volontà di preparare al meglio la sua squadra in vista dei prossimi difficili impegni, Franco Ciani sta serrando le fila all'interno dello spogliatoio.

C'è da difendere il terzo posto conquistato in questa prima parte di stagione regolare, un risultato da preservare cercando di superare lo choc emotivo legato alla partenza del Lobito.

FERNANDEZ «Sulla scelta di Juan, le parole di grande rispetto e sensibilità che abbiamo letto da parte della società - il commento del tecnico - sono state molto chiare. Credo che chi ha avuto il privilegio di lavorare con il Lobito non possa che condividerle. Dopo di che, per il grande affetto e la stima che nutriamo tutti nei suoi confronti, penso sia doveroso fermarsi e lasciare a lui la tranquillità di cui in questo momento ha bisogno».

IL DOPO LOBITO Ieri mattina, prima dell'allenamento, riunione tra il tecnico e il Consiglio di amministrazione biancorosso per fare il punto della situazione. «Non abbiamo ancora un'idea chiara su come muoverci - svela Ciani - ed è naturale considerato che non ci aspettavamo la decisione di Fernandez. Abbiamo preso in considerazione ogni aspetto nella consapevolezza di dover preservare gli equilibri del gruppo e i risultati di questa stagione. Sarebbe sbagliato, però, affrettare i tempi solamente per inserire nel roster un nome. Questa squadra, in questi mesi, ha dimostrato di possedere le qualità tecniche e morali per affrontare le emergenze e venire a capo delle situazioni più complicate. Ci affideremo all'esperienza e al talento di alcuni giocatori, penso a Cavaliero, Banks e allo stesso Davis, che dovranno sopportare il peso della gestione del ruolo mantenendo quella forte identità che è stata alla base dei risultati finora raggiunti. Dobbiamo avere la tranquillità di valutare con la dovuta attenzione ogni aspetto senza però perdere di vista quelli che erano e rimangono gli obiettivi di questa stagione. Oltre che a noi stessi lo dobbiamo alla società, gli sponsor e ai tifosi».

LA RIPRESA Archiviato il successo conquistato domenica contro la Carpegna Pesaro, l'Allianz si è rituffata nel lavoro in palestra senza certezze relativi ai prossimi impegni. In questo momento la sfida di domani a Treviso resta in calendario, la conferma definitiva arriverà solo oggi. «In questi giorni ci siamo allenati per preparare la partita contro la Nutribullet nella convinzione che domani saliremo sul pullman per il PalaVerde - conclude Ciani - È chiaro che questa incertezza, la possibilità di dover resettare tutto e spostare la nostra attenzione sul match di lunedì a Napoli con l'eventualità di rimandare a giovedì prossimo il recupero contro Treviso e tre giorni dopo la sfida casalinga con Sassari ci complica la vita. Dobbiamo essere flessibili, i giocatori devono avere la forza mentale per vivere con la giusta tranquillità questo particolare momento della stagione».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Rugby, la meta che genera sospetti: il giocatore aspetta due minuti per schiacciare la palla

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi