Contenuto riservato agli abbonati

Canciani: «No a frasi slavofobe, la Figc è con il Sovodnje»

Il presidente del comitato regionale solidale con il club di Savogna dopo il fatto accaduto nel match con il Torre

GORIZIA. «Non c'è spazio nel nostro mondo per chi proferisce frasi simili. Ho già sentito il presidente del Sovodnje Tomsic per esprimergli la vicinanza della Figc e la nostra ferma condanna nei confronti di chi ha espresso quelle parole inaccettabili».

Il presidente della Federcalcio regionale Ermes Canciani non usa mezzi termini il giorno dopo l'episodio che ha fatto indignare molti e verificatosi nel corso del match del girone E di Seconda categoria Torre-Sovodnje giocato domenica 28 novembre: dagli spalti, una donna ha urlato ai giocatori del team espressione della comunità linguistica slovena «qui non si parla sloveno, si parla italiano», come denunciato dal numero 1 della società ospite Ladi Tomsic.

Nel

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi