In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
promozione

Tris e derby per l’Ufm di Murra Pro Romans mai in partita

Nella prima frazione un micidiale uno-due di Di Matteo e Battaglini spiana la strada ai bisiachi che nella ripresa trovano la terza rete con l’esperto Sessi

Michele Neri
2 minuti di lettura

MONFALCONE

Due reti nel giro di 4’ a metà del primo tempo mettono in discesa la gara per l’Ufm che si impone per 3-0 sulla Pro Romans Medea nel giorno dell’esordio di Marjanovic ma anche in quello del ritorno di Marco Sessi, il cui colpo di testa vincente nella ripresa esalta compagni e pubblico di via Boito.

Complici anche le diverse assenze non si vede la miglior Ufm della stagione ma quanto basta per regolare una Pro che vive il suo miglior momento a metà della ripresa quando potrebbe riaprire la gara con Compaore ma che in realtà crea troppo poco per impensierire la difesa monfalconese. Dopo pochi secondi Ufm già vicina al vantaggio: Bais esce sui piedi di Davide Malaroda entrato in area dalla destra, sul rimpallo la sfera arriva a Sangiovanni che non approfitta della porta sguarnita calciando alto. Al 5’ altra occasione per la truppa di mister Murra con Bais che dice di no a Battaglini toccando in angolo il velenoso tiro dal limite del numero 8. La Pro Romans non si limita però a contenere e crea un paio di situazioni potenzialmente pericolose, una delle quali con Serplini che fa tutto bene fino al momento della conclusione, troppo debole per impensierire Mirante. Al 19’ ecco la svolta della gara: dimenticato in area, Di Matteo arriva al tiro dalla sinistra, Bais la smorza ma la sfera passa varcando la linea. Vano il secondo tentativo in tuffo del portiere di salvare il gol. Al 23’ il raddoppio dei padroni di casa che sfruttano i buchi lasciati dal Romans su una fascia destra colabrodo: Sangiovanni entra in area, dribbla il difensore e appoggia a Battaglini che ha tutto il tempo per prendere la mira e battere con il destro l’incolpevole Bais. Al 28’ l’Ufm potrebbe già chiudere la gara: Sangiovanni salta in dribbling un Zanon in difficoltà che in scivolata lo stende. Rigore netto che però lo stesso capitano dell’Ufm calcia alle stelle.

Nell’intervallo mister Buso corre ai ripari cambiando metà difesa con gli inserimenti di Azzano e Manfreda (fuori Zanon e Serplini) e i giallorossi si assestano concedendo molto meno all’Ufm che da parte sua punta più ad abbassare i ritmi che ad andare alla ricerca del terzo gol. Terza rete che potrebbe arrivare all’8’ ma un grande intervento difensivo di Pellizzari impedisce la battuta a Davide Malaroda. Al 14’ la miglior occasione della gara per la Pro Romans Medea: uno schema su corner porta Compaore a colpire di testa dall’interno dell’area piccola ma il numero 8 manda alto. Murra opera i primi cambi e inserisce prima Sessi per puntellare la difesa e poi inizia a dare minuti al gigante Marjanovic davanti. Al 30’ la Pro Romans usufruisce di una punizione da posizione defilata: il tiro di Stepancic è in realtà un cross che attraversa tutta la mischia colpendo il palo esterno alla sinistra di Mirante. Al 33’ ecco il gol che fa calare il sipario sulla gara: Zanuttig batte benissimo un calcio d’angolo con il sinistro a rientrare, sul secondo palo Sessi fa valere tutta la sua stazza e svetta di testa insaccando di prepotenza sotto la traversa. Game, set and match con i compagni che vanno tutti ad abbracciare il 44enne centrale. Il finale, a parte un tiro degli ospiti ben bloccato da Mirante, è una girandola di sostituzioni con Murra che manda in campo anche il terzo nuovo arrivo, il classe 2003 Tavagnacco. —



I commenti dei lettori