Contenuto riservato agli abbonati

Vela, Cativa Ugo Drugo detta legge nella regata MuggiaX2

Aperta la sedicesima Settimana internazionale dei 3 Golfi organizzata dal Cdvm. Secondo posto per True Life, il podio viene completato da Spring degli Agapito

MUGGIA. È cominciata sabato 17 luglio con la MuggiaX2 la sedicesima edizione della Settimana Internazionale dei 3 Golfi, organizzata dal Circolo della Vela Muggia, che comincia con queste prove la propria attività alturiera 2021.

La nona MuggiaX2, inserita nel circuito zonale Solo2, riservata a equipaggi composti da due sole persone, è stata vinta in assoluto da Cativa Ugo Drugo Sailing Team di Marco Spangaro e Ludovico Pittani della Società velica Barcola Grignano.

Al secondo posto True Life di Casseler-Casseler della Pietas Julia e terzo Spring dei muggesani Agapito. Quasi una trentina gli iscritti per una specialità che incontra sempre più successo.

La MuggiaX2 ha aperto le danze di una settimana ricca di eventi all’insegna della tradizione marinara e del divertimento non solo in mare, ma anche a terra.

Domenica sera un’apprezzata Serata Dalmata è stata l’occasione per ospitare il coro Vesna di Santa Croce e recuperare le atmosfere della costa croata. Stasera dalle 20 il registro cambia completamente con l’attesa esibizione di Maxino, Flavio Furian ed Elisa Bombacigno.

Sul fronte velico sabato 25 luglio si terrà la quarantaseiesima edizione della Coppa Primavera per gli scafi Open, mentre domenica il gran finale sarà costituito da un’inedita Muggia-Portorose-Muggia.

Dopo 44 edizioni che hanno segnato l’inizio di una fratellanza sul mare e l’annullamento dell’anno scorso dovuto al Covid, quest’anno gli organizzatori non hanno voluto rinunciare alla tradizionale regata, ma ne hanno modificato alcuni aspetti per renderla possibile.

Si è anzitutto spostata la data dalla consueta metà di giugno a luglio inoltrato per avere un miglior margine temporale in caso di lockdown e soprattutto si è deciso di evitare la notte presso il Marina di Portorose e propendere piuttosto per un ampio percorso a triangolo che si terrà nella sola giornata di domenica.

Anche in questo caso il lavoro dietro le quinte è stato indefesso vista la deroga che è stata chiesta e ottenuta per far transitare tutte le imbarcazioni in gara – anche quelle senza immatricolazione – in acque slovene.

In un recente incontro alla Farnesina i ministri degli Esteri italiano e sloveno hanno optato per la più ampia collaborazione su questo tema. Sembra quasi vedere rinnovato quel dialogo tra Stati confinanti che era stato all’origine della nascita della Muggia-Portorose-Muggia, nata quando un confine esisteva in terra, ma in mare si erano potuto porre le basi di un rapporto diverso, più aperto e più libero.

Video del giorno

Trieste, fiamme sul tetto di un palazzo in viale d'Annunzio

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi