Contenuto riservato agli abbonati

Pallacanestro Trieste, l’Allianz cerca l’ingresso in Europa. Ghiacci: idea per la crescita del club

Il cda dà il via libera per produrre la documentazione per la candidatura in Champions League

La caccia all'Europa è aperta. L'assemblea dei soci della Pallacanestro Trieste, svoltasi nel tardo pomeriggio di ieri, 10 giugno, ha formalizzato all'unanimità la volontà da parte dell'Allianz di tentare la scalata alla prossima Basketball Champions League. Parere favorevole, dunque, alle scelte e strategie indicate dal Consiglio di Amministrazione in relazione agli adempimenti necessari per partecipare, qualora si concretizzassero le condizioni tecnico-sportive, alla BCL nella stagione 2021-2022. Una settimana di tempo, poco meno, per presentare la domanda ufficiale (mercoledì 16 giugno scade il termine ultimo) ed entrare così in ballottaggio nella speranza di poter partecipare a un ripescaggio. Entro domenica 27 giugno la risposta che deciderà il possibile futuro europeo della società. «Ringrazio i soci per aver confermato le nostre scelte - ha dichiarato il presidente Mario Ghiacci a nome del Consiglio di Amministrazione - dobbiamo stare con i piedi ancorati a terra, ma al tempo stesso guardare al futuro con determinazione. Il cambio di passo, pur nella continuità, confermato con la scelta del coach ora vede in cantiere un nuovo capitolo. Qualora si concretizzassero le condizioni per partecipare alle Coppe, avremmo un motore per l’evoluzione sportiva e organizzativa della società, oltre che un tassello importante per la crescita dell’intero movimento cestistico di Trieste e del Friuli Venezia Giulia.

MERCATO: In attesa di sviluppi e delle prime mosse in casa Allianz, la massima serie comincia a muovere le sue pedine. Potrebbe esserci una Reyer molto diversa da quella delle ultime stagioni nel prossimo campionato. Se coach De Raffaele sonda il mercato estero dopo aver scelto come agente il suo ex giocatore Ivan Zoroski, le voci su una possibile partenza di Stefano Tonut si fanno sempre più insistenti. Oltre alla guardia triestina, dati sul piede di partenza anche Austin Daye e Valerio Mazzola.

In casa De' Longhi si continua a trattare per il rinnovo di Michal Sokolowski, l'ala polacca capace di dare la svolta alla stagione trevigiana nel campionato passato, la Vanoli Cremona ha ufficializzato l'arrivo dell'ala Ismael Sanogo. Riflessioni aperte in casa Carpegna sulla posizione del play Justin Robinson. Pesaro ha tempo fino a lunedi per esercitare l'opzione di rinnovo del contratto di un giocatore che nello scorso campionato è stato uno dei trascinatori della formazione guidata da Repesa. Riflessioni anche su Tyler Cain e Marko Filipovity, per i quali però i termini di scadenza dell'opzione sono meno pressanti. Probabile cambio di casacca per un ex della Pallacanestro Trieste. Dopo aver disputato l'ultima stagione a Varese con la maglia della Openjobmetis, Arturs Strautins (10.7 punti e 6.2 rimbalzi le sue cifre) potrebbe tornare a Reggio Emilia essendo uno degli obiettivi della nuova Unahotels.

Video del giorno

Trieste, scivola dalle scale di accesso al mare di Barcola

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi