Contenuto riservato agli abbonati

La Virtus Verona bloccata dal Covid, rinviata la prima play-off della Triestina: ecco cosa succede adesso

L’Asl scaligera mette in quarantena la squadra. Tegola per gli alabardati: recupero in data da destinarsi

Non partiranno domenica i play-off della Triestina. Ieri infatti l’Asl di Verona ha bloccato la partenza della Virtus Verona per Trieste e di conseguenza la Lega Pro ha rinviato la partita in programma oggi al Rocco a data da destinarsi. Il tutto per la critica situazione Covid in casa rossoblu: dopo gli ultimi tamponi molecolari effettuati venerdì, infatti, erano saliti a sei i positivi al virus nel gruppo della squadra di Fresco.

La Virtus aveva comunicato in un primo momento la disponibilità a cercare una soluzione e anche a partire per Trieste, ma è subentrata poi l’Asl di Verona a riscontrare un focolaio nella squadra veronese: l’autorità sanitaria ha pertanto disposto la quarantena con relative restrizioni per tutto il gruppo squadra, dichiarando «inopportuno il trasferimento dei soggetti presso altro Comune per lo svolgimento della partita in trasferta», nonché comunicando «con urgenza la necessità di non disputare la partita con la Triestina prevista al fine di arginare il contagio».

Un modo per tutelare anche gli stessi giocatori alabardati, perché con un focolaio in corso nella Virtus avrebbero potuto scendere in campo giocatori che magari sarebbero risultati positivi dopo qualche giorno.

Già, ma adesso che succede? È un bel caos, visto che come noto i play-off prevedono partite ogni tre giorni. L’ipotesi più accreditata è quella del rinvio della partita di una settimana. La quarantena della Virtus Verona dovrebbe scadere infatti sabato 15 maggio, nel frattempo i non contagiati possono continuare ad allenarsi per cui se in settimana ci saranno una serie di tamponi negativi (già stamane verrà effettuato un altro screening in casa scaligera), con questo gruppo squadra da domenica 16 maggio la squadra di Fresco potrebbe scendere in campo e quindi la partita si potrebbe finalmente giocare. Sembrano esserci pochi margini invece al momento per giocare già mercoledì 12 maggio, ma comunque è un’ipotesi che resta ancora sul piatto. M

a cosa ne sarà del resto dei play-off, che già mercoledì prevedevano lo svolgersi del secondo turno? Oggi si disputeranno regolarmente le partite del primo turno, poi bisognerà attendere la disputa di Triestina-Virtus. Per questo domani è stato convocato un Consiglio direttivo d’urgenza della Lega Pro, che dovrà riformulare il calendario. Se si dovesse stare fermi a lungo, c’è anche la possibilità che anche le gare della fase nazionale possano essere giocate in gara secca e non più con andata e ritorno.

Di sicuro c’è che i play-off vanno chiusi entro il 30 giugno. Da capire anche se verrà rinviata solo l’altra partita del girone B, oppure anche le sfide degli altri gironi, per creare parità di condizioni e di giorni di riposo più avanti. Anche se sotto questo aspetto sembra inevitabile che la Triestina (o la Virtus) venga penalizzata nel secondo turno dei play-off del girone.

Video del giorno

Nicola Tanturli ritrovato vivo, il giornalista che ha dato l'allarme: "Sentivo chiamare mamma"

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi