Triestina calcio, show al Rocco: gli alabardati vincono 3-2

L'esultanza della Triestina

La squadra di Pillon toglie mezza serie B al Südtirol

TRIESTE Al Rocco va in scena uno show. La Triestina batte il Südtirol e gli toglie mezza serie B. Un 3-2 che si ricorderà non solo per il successo che vale quasi il sesto posto ma anche per due perle di Litteri e Sarno e una staffilata di Lepore. Ma sul 3-0 gli altoaltoatesini hanno avuto la forza di reagire approfittando di uno di quei vuoti per i quali l’Unione è famosa. E invece stavolta i cambi sono arrivati e Pillon ha fatto un’altra vittima tra le big dopo il Padova. Ora tocca confermarsi a Fano e poi nei playoff.

L’INFORTUNIO Nella rifinitura arriva un’altra tegola sull’Unione. Dopo tanti stop si ferma anche Capela (problema al flessore) e Pillon è costretto a sostituirlo al centro della difesa con capitan Lambrughi che gioca in coppia con Ligi entrambi sinistri. Per il resto il tecnico alabardato conferma gli uomini partiti con il Perugia. Sarno gioca dietro alle punte Litteri e Gomez con Rizzo, Giorico e Calvano in mediana.

IL PRESSING Partenza in prsssione uomo su uomo a tutto campo da per te degli ospiti. La Triestina è un po’ alle corde e la prima occasione è infatti del Südtirol: Odogwu sfugge alla guardia di Ligi centralmente ma Offredi copre bene lo spazio e salva la porta con un intervento decisivo (9’).

SUPERGOL La Triestina attende ma si infiamma con una giocata speciale di Litteri: controllo sui venti metri e destro fulmineo che scavalca Poluzzi geermente fuori dalla sua porta. Ma il merito è tutto del bomber della Triestina.

La squadra di Vecchi però non si scompone e continua a macinare e a far male con le incursioni centrali di Odogwu che Ligi fatica a tenere.

BRIVIDO Il brivido per gli alabardati arriva al 25’ con una punizione dalla sinistra di Fischnaller che scheggia la traversa. Il Südtirol non tentenna e macina gioco senza tuttavia assediare la Triestina che si difende comunque con ordine e con maggior scioltezza.

LA CHANCE Gli ospiti collezionanonano calci d’angolo battuti al bacio da Casiraghi. L’Unione parte in contropiede con Gomez che serve al centro per Sarno anticipato di un soffio da un portentoso recupero di Greco. Grande chance per il raddoppio. Una boccata d’ossigeno per gli alabardati costretti a una semiapnea dagli altoatesini. La frazione finisce sull’1-0.

LA RIPRESA Si riparte così com’era finita con la pressione della squadra di Vecchi e l’Unione a cercare di contenere senza però abbassarsi troppo. Battuta pericolosa dalla distanza di Lepore alta non di molto (5’). Passa 1’ e il Sudtirol va vicino al pari: sulla battuta dalla distanza di Karic Offredi è battuto ma ci pensa Lopez a respingere sulla linea di porta.

LA MAGIA Dopo la magia di Litteri arriva quella di Sarno che parte a sinistra, rientra saltando due avversari e batte con un sinistro chirurgico Poluzzi. Chapeau a Vincenzo. Vecchi fa entrare Beccaro e Voltan per Karic e Odogwu. Gli ospiti sono alle corde e il destro di Lepore, favorito da un rimpallo, infila ancora la rete (20’).

LA RIMONTA Gli altoatesini rispondono subito con Beccaro (22’) che mette in rete con la difesa di Pillon imbambolata.

Giorico ha i crampi entra Maracchi. Altre due punte per Vecchi. Ma la Triestina è distratta e in contropiede Voltan al 30’ riapre il match. Pillon mette dentro 3 giocatori Tartaglia, Rapisarda e Mensah per Litteri con un 5-3-2 da bunker. Ospiti all’assalto finale anche con l’ingresso di Magnaghi. Entra anche Granoche per un esausto Gomez. Ma finisce così. Con un’altra impresa. —

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi