Allianz, con Pesaro gara-verità Dalmasson: lotta fino in fondo

Al Dome (ore 17) i biancorossi devono assolutamente rialzarsi dal momento negativo. Manca Fernandez, in forse Grazulis. Serve una vittoria per i play-off

TRIESTE Cuore, orgoglio e voglia di riscatto. Chiamata alle armi per l'Allianz, impegnata contro la Carpegna Pesaro in un match che vale ben oltre i due punti.

Reduce da un mese di prestazioni deludenti, Trieste deve dare una risposta ai suoi tifosi prima di tutto dal punto di vista delle motivazioni. L'immagine della squadra spenta, mentalmente già in vacanza, che a Trento si è fatta ridicolizzare nel primo quarto per poi produrre una sterile reazione a partita decisa va cancellata con una prestazione di sostanza. Il risultato, se arriverà, sarà una conseguenza dell'atteggiamento che i biancorossi sapranno portare sul parquet. Ne ha parlato coach Dalmasson, in sede di presentazione, sul sito ufficiale della società. «La chiave del match sarà quella di lottare alla morte su ogni palla, giocare con lo spirito di chi sa che è l'unica strada da percorrere. Dobbiamo provare di tutto e raccogliere tutte le energie rimaste per conquistare una vittoria, anche a discapito del fatto di giocare bene dal punto di vista tecnico, oggi conta il risultato». Parole che suonano, sinistramente, come una ripetizione di quelle già riservate alla squadra lo scorso lunedì dopo la sconfitta rimediata dai biancorossi a Bologna contro la Segafredo. La lunga riunione tenutasi nello spogliatoio aveva avuto come scopo proprio il tentativo di dare una scossa al gruppo, accusato di non avere avuto il giusto atteggiamento sul parquet. La risposta della squadra nel primo quarto giocato a Trento ha fatto riflettere, domanica 18 aprile la prova d'appello in un match che non sarà semplice vista la determinazione con cui la Carpegna Pesaro si presenterà all'Allianz Dome.


ASSENZE Tra campo e infortuni, sia Trieste che Pesaro arrivano allo scontro diretto in condizioni fisiche non ottimali. Se la Carpegna è certa dell'assenza di Delfino e dovrà valutare la situazione di Cain, uscito malconcio dal match contro Brindisi, l'Allianz ha fortemente in dubbio sia Fernandez che Grazulis. «L'incertezza che avremo fino all'ultimo sulla presenza di Juan e Andrejs fa il paio con tutte quelle che sono state le difficoltà della stagione- continua Dalmasson -. Da parte di tutti serve quel qualcosa in più per sopperire alle eventuali due assenze. Ci è già capitato di giocare senza Juan a Bologna e facemmo molto bene. Quell'esperienza ci ha lasciato comunque grandi soddisfazioni dimostrando che possiamo trovare soluzioni alternative». Soluzioni alternative che riguardano un maggior coinvolgimento di Laquintana o l'adattamento nel ruolo di play di Cavaliero e Doyle. Scelte che, probabilmente, andranno fatte anche in base a quelle che saranno le situazioni in essere nel corso dei quaranta minuti di partita.

LA GIORNATA: Dopo l'anticipo di sabato sera tra Armani Milano e Segafredo Bologna, il programma si completa oggi: lunch match a Brescia tra Germani e Banco di Sardegna Sassari. A seguire Allianz Trieste- Carpegna Pesaro (ore 17), Umana Venezia- Lavoropiù Bologna (18), De' Longhi Treviso- Openjobmetis Varese (18.30), San Bernardo Cantù- Unahotels Reggio Emilia (19.30) e Happycasa Brindisi- Vanoli Cremona (20.45). —
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi