Pallacanestro Trieste, l'Allianz si prepara alla difficile trasferta contro la Virtus Bologna

Andrejs Gražulis

La Virtus di Sale Djordjevic, trascinata dal miglior Teodosic della stagione, ha risalito la china tornando in corsa

TRIESTE Con il dubbio Gražulis, che sta lavorando a parte ed è in forse nella prossima trasferta, l'Allianz è pronta a tornare in un campionato che da sabato, giorno dell'anticipo tra Fortitudo Bologna e Carpegna Pesaro, lancerà la sua volata finale.

Cinque giornate, cinque battaglie per dare seguito ai verdetti stagionali.


Trieste riparte dalla Segafredo Arena, contro una delle formazioni più in forma di questa fase del campionato. La Virtus di Sale Djordjevic, trascinata dal miglior Teodosic della stagione, ha risalito la china tornando in corsa per le primissime posizioni e vincendo la gara d'andata delle semifinali di Eurocup contro l'Unics Kazan 80-76 con le magie di Teodosic.

Nella mega struttura organizzata alla Fiera di Bologna, dunque, Trieste troverà sulla sua strada unaavversaria in condizioni di forma psico-fisica ottimali, anche se domani dovrà sostenere la gara di ritorno di Eurocup in Russia.

IL MOMENTO: La pausa osservata nel turno pre pasquale ha dato la possibilità all'Allianz di prepararsi senza l'assillo della partita. Allenamenti specifici sulla condizione fisica, diversificando il lavoro in base alle singole esigenze. Occhi puntati, dicevamo, su Andrejs Gražulis, il lungo lettone ancora alle prese con i postumi dell'operazione al menisco effettuata alla vigilia delle finali di coppa Italia. Gražulis lavora a parte, sta proseguendo con gli esercizi di rafforzamento ma molto difficilmente riuscirà a recuperare ed essere della partita domenica a Bologna. Probabile che venga aggregato alla squadra e partecipi alla trasferta ma al momento le possibilità di vederlo regolarmente in campo sono ridotte al lumicino.

Chi invece ha recuperato a pieno dopo la distorsione alla caviglia che lo aveva condizionato nel match del palaVerde contro la De' Longhi Treviso è Marcos Delia. Il lungo argentino si è allenato regolarmente nell'arco di tutta la settimana ed è pronto a dare il suo contributo nella prossima difficile trasferta.

LA GIORNATA: Ferma a quota 22, l'Allianz continua a guardarsi con curiosità alle spalle. Sei squadre a diciotto punti, una battaglia tra squadre che si stanno dividendo tra la possibilità di centrare in extremis i play-off e la necessità di conquistare quei punti fondamentali per mettere al sicuro la salvezza. In questo senso il prossimo turno, oltre all'anticipo tra la Fortitudo Lavoropiù e la Carpegna Prosciutti Pesaro, proponescontri diretti decisivi. La Germani Brescia cercherà di interrompere la striscia di quattro sconfitte consecutive contro la Reyer Venezia sul difficile parquet del Taliercio, l’Openjobmetis Varese gioca a Reggio Emilia incrociando il suo destino contro il suo ex tecnico Attilio Caja ora alla guida dell’Unahotels. Infine la Dolomiti Energia Trento (che nel turno infrasettimanale della serie A del prossimo 14 aprile riceverà l’Allianz) affronta la trasferta di Cantù contro una San Bernardo forse all'ultima spiaggia nella sua rincorsa alla salvezza. —


 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi