Sloga Eutonia in versione baby ko in cinque set a Pordenone

TRIESTE

Avvio di stagione palpitante e in salita per l'Eutonia Trieste che cede solo al quinto set in una gara dai continui ribaltamenti di gioco. Gli atleti di Manià hanno perso a Pordenone dopo oltre due ore ma avrebbero potuto anche vincere se fossero stati più accorti in alcune fasi. Squadra rinnovata e davvero giovane l'Eutonia Sloga Tabor, con molti Under19 e U17, e solo un paio di atleti che provengono dagli anni in B nazionale. Sutter (il capitano 21enne) e soci hanno vinto il primo e il terzo set ma negli ultimi due periodi sono crollati, lasciando i 2 punti ai padroni di casa. Lo starting-six: Gianeselli alzatore, opposto Sutter, le due ali Buri e Sartori, Antoni e Riccobon centrali, De Santi il libero, con Privileggi pronto a subentrare.


Primo set cominciato bene e vinto a 22. Dopo, il buio, con battute a vuoto dovute all'inesperienza e sbavature nel playmaking e il “braccino” dai nove metri. Si va sull'uno a uno, e nella terza frazione Pordenone avanti 5-2, ma lo Sloga Tabor replica 6-10, comanda le operazioni e chiude 20-25. Decisivo il quarto tempo: ospiti a condurre a metà set, poi sul 14-17 e 15-18, ma da lì parte un tremendo break per l'Insieme Pn che vola sul 21 e poi chiude 25-19, per un parziale di 10 a 1. Pordenone nel quinto allunga subito 5-1, non dando modo all'Eutonia di rientrare in partita. —



Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi