New Virtus in cattedra Seconda vittoria di fila contro le Villadies

Espugnata Villa Vicentina con la Legovich in cabina di regia Il coach Kalc: «Buona gara. Ha vinto la concentrazione»

TRIeSTE

Altalena New Virtus Cuttazzo Belletti che, dopo un avvio di girone complicato e farraginoso, ha trovato la carica e la strada giusta in queste ultime due gare, entrambe vinte. Bella e limpida la prova di sabato sera contro le Villadies di Villa Vicentina sconfitte 0-3 da Sartori e compagne, alla seconda affermazione consecutiva.


Starting six di prammatica per il team di Kalc, che sceglie nuovamente la Legovich in cabina di regia con Elisabetta Riccio in diagonale, Martina e Mantovani centrali, e l’eclettica Allesch a far compagnia in zona-4 a capitan Alice Sartori. Libero, Masiero. Villadies avanti 8-7, 16-15, 21-20, ma incapace di fare strappi e sempre tenuta a contatto dalle ospiti, che battagliano con tenacia su ogni pallone, sino agli scambi decisivi del set. 24 pari, poi 25-25, da lì le gialloblù trovano i due palloni del successo e vanno 0-1 (25-27).

Avvio nervoso e molle per la New Virtus Cuttazzo Belletti nella ripresa, ma lo shock (8-4) dura un attimo, e dopo qualche correzione la Virtus si riporta avanti 9-16, infilando un tremendo parziale. E continuando poi a macinare gioco, sulle ali dell’entusiasmo, fino a toccare il +6 (15-21).

Ottima fase per le giuliane, che tengono a freno il Vivil con cinismo e attenzione, e difendono bene il vantaggio, sino a cementare il periodo 22-25. Lo 0 a 2 esterno, in favore della Cutazzo Belletti, potrebbe dare il colpo di grazia alle atlete di Morsut, ma Alice Tomasin, Fabbro e Petejan riescono a tenere in corsa il sestetto, rimanendo a stretto contatto sia nelle prime battute (7-8, 9-10), che poi a metà set, 15-16, 20-21. È una Virtus che, tuttavia, a differenza delle prime uscite, riesce a far fronte alle avversità, e trova, nella miglior difesa, il modo di avere più palloni da contrattaccare. E così, sfruttando una discreta efficacia offensiva, e chiudendo a muro tutti i varchi, la Cutazzo Belletti si porta a casa anche la terza frazione, chiusa con un sofferto ma meritato 23-25.

Successo esterno in tre set dunque, e terzo posto in classifica del girone D2, con il netto però di aver già giocato tutte le cinque gare in programma, mentre altre quattro formazione della poule attendono i recuperi.

Ora testa già avanti e ben concentrata, verso il sesto turno, che prevede a breve l’impegno infrasettimanale di mercoledì contro l’Estvolley Natisonia a San Giovanni (Ud).

Questo il pensiero a caldo del coach della New Virtus Marko Kalc: «Buona gara, non è facile ogni tre giorni in campo, si fa fatica. Loro hanno sbagliato poco, ci hanno dato del filo da torcere. Brave le mie, concentrate, ed è risultato importante il break di 9 punti del secondo set per dare una sterzata alla gara. Loro sempre vicine, ma noi bravi a tenerle a bada».

Ma non basta. «Ora si pensa già e si prepara - conclude Kalc - la sfida in trasferta di mercoledi con l’Estvolley, un match di ritorno dopo averle incontrate e battute una settimana fa, che non sarà semplice». –



Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi