Contenuto riservato agli abbonati

Pontoni Monfalcone, ko a Senigallia e aggancio che sfuma

Bonetta (Pontoni Falconstar) in azione

Fatale il 32-17 del 3° tempo che ha spianato la strada ai marchigiani

MONFALCONE. Un terzo quarto da dimenticare (32-17 il parziale della frazione per la Goldengas Senigallia) costa caro alla Pontoni Falconstar cui non riesce l'aggancio in classifica ai padroni di casa.

La formazione biancorossa, in vantaggio di 2 lunghezze all'intervallo, crolla fino a -16 a metà dell'ultimo quarto, ha un sussulto d'orgoglio e si riporta fino al -7 ma poi la Goldengas scappa definitivamente e complice anche la vittoria ai supplementari ottenuta all'andata al PalaPaliaga conquista anche il 2-0 nei confronti diretti.

Senza Medizza ai box per un problema muscolare (e con capitan Bonetta recuperato in extremis, tornato in tempo dalle Final Eight di Milano complice il ko dell'Allianz) la Pontoni parte con Milisavljevic in quintetto e l'inizio è promettente. Il primo break ospite, dopo qualche minuto di equilibrio, arriva con l'ingresso in campo di Murabito dalla panchina, con il giovane esterno triestino che piazza subito 2 triple e lancia la Falconstar fino al +8 (18-10). Al 10' Pontoni sul +6 (18-12).

Nella seconda frazione, dopo una tripla di Cautiero, inizia a macinare la squadra di casa. Con un Pozzetti ispiratissimo Senigallia sorpassa sul 24-23 e coach Praticò chiama immediatamente time-out.

La Goldengas tenta di scappare (35-28) ma la Pontoni non ci sta e con due triple in fila firmate da Casagrande e Bonetta pareggia a quota 37. Proprio sulla sirena, poi, arriva il canestro di Scutiero e la Pontoni entra negli spogliatoi in vantaggio sul 44-42.

La sosta però interrompe il momento ok monfalconese e nella terza frazione si spegne la luce. Gurini e Peroni, gli uomini più temuti del roster marchigiano, infilano un canestro dietro l'altro e la Goldengas scappa a +8 (61-53).

Una tripla di Matteo Schina tenta di tenere in scia la Pontoni (61-56) ma Senigallia continua a spingere e coi canestri di Giunta tocca la doppia cifra di vantaggio arrivando al +13 al 30' (74-61).

Nella quarta frazione Pozzetti porta la Goldengas al +16 sul 79-63 e la partita sembra finita. Alla Falconstar però non manca il cuore: è un commovente Bonetta (4 triple a bersaglio) a tenere in vita i biancorossi, poi Andrea Schina, Casagrande e Matteo Schina infilano i canestri della rimonta della Pontoni che al 37' arriva al -7 (85-78) prima della tripla della staffa di Peroni che chiude la gara.


 

Video del giorno

Ariella Reggio - Debegnac alle prese con Green Pass, QR, chat e Zoom

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi