Contenuto riservato agli abbonati

Allianz Trieste, contro Varese non si può fallire

Domani alle 18 in via Flavia. Dalmasson: "Serve concentrazione"

TRIESTE. L’Allianz ha domani alle 18 sul parquet di via Flavia un’occasione da non fallire. La formazione di Dalmasson infatti affronterà l’Openjobmetis Varese al rientro in campo dopo aver saltato quattro impegni di campionato (tra cui, appunto, anche il match con i triestini originariamente previsto per il 3 gennaio) a causa di 12 casi di positività al Covid.
 I lombardi, dopo l’ultimo ciclo di tamponi, hanno ancora alcuni giocatori positivi ma possono schierare comunque il limite minimo richiesto di tesserati in possesso di idoneità agonistica. Di conseguenza, anche se a corto di allenamenti (e in qualche caso c’è chi è rientrato in palestra solo oggi) domani la formazione di Bulleri, ultima in classifica con 6 punti, dovrà affrontare l’incontro. L’Allianz avrà di fronte un’avversaria in condizioni di oggettiva difficoltà ed è inevitabile che il pronostico sia a senso unico. Trieste comunque dovrà guardarsi dalla strepitosa classe di Luis Scola e dai due ex della gara, Michele Ruzzier e uno Strautins che è finalmente esploso.
Eugenio Dalmasson invita la sua squadra ad affrontare il match con grande concentrazione: «La parola d'ordine è "concentrazione", su di noi prima di tutto, sul fare la nostra partita e le cose che sappiamo fare bene, come è stato in questo ultimo periodo. Dobbiamo essere bravi a seguire il nostro piano partita, cosa che non ci è riuscita domenica. Non è tanto l'aver perso contro una Sassari clamorosamente efficace, quanto piuttosto l'aver sbagliato la lettura dei ritmi e del gioco che dovevamo fare. Tornare in campo subito, lo ripeto, è la cosa migliore. Domani l'obiettivo è di affrontare con massimo impegno e serietà la partita, come d'altronde facciamo sempre».

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi