Una palestra per Dado. In pole position il futuro polo sportivo di San Giovanni

Gianfranco "Dado" Lombardi: il Comune di Trieste potrebbe intitolargli una struttura sportiva

Dopo la scomparsa del grande allenatore della Pallacanestro Trieste, l'assessore allo Sport Rossi lancia la proposta di intitolare una struttura sportiva a Gianfranco Lombardi

TRIESTE «Gianfranco Lombardi è un personaggio che ha dato tanto all’immagine della città di Trieste ed è giusto che Trieste ora faccia qualcosa per ricordarlo». La scomparsa del maestro “Dado” non ha lasciato indifferente l’assessore allo Sport del Comune di Trieste Giorgio Rossi. L’esponente della Giunta Dipiazza lancia dunque l’idea – ancora da condividere con la maggioranza – di onorare la memoria del grande tecnico della Pallacanestro Trieste, squadra con cui ottenne due promozioni in serie A1. «Tutti sappiamo quanto Lombardi abbia significato per la Trieste sportiva, la sua scomparsa ha scosso un po’ tutti, ecco perché credo sia giusto cercare di onorarne la memoria. Come? Qualcuno mi ha suggerito di dedicargli una via, ma sappiamo come l’iter per intitolare nuove vie sia estremamente lungo e farraginoso, con conseguenze anche a livello pratico, vedi ad esempio il rifacimento di tutte le carte d’identità dei residenti che si vedono cambiare il nome della propria via. Questa opzione non mi trova dunque d’accordo».

Da qui la proposta di Rossi: intitolare a Lombardi una palestra triestina. «Sì, questo mi pare decisamente il percorso da seguire. Ci sono delle strutture esistenti ancora senza nome, ma poi penso anche al futuro e quindi nello specifico al centro polisportivo che verrà creato nel rione di San Giovanni dove troverà sede anche una palestra». Il nuovo complesso sportivo di San Giovanni che sorgerà nell’area posta all’intersezione fra viale Raffaello Sanzio e via San Cilino, in prossimità di piazzale Gioberti prevede la realizzazione di due palestre coperte di dimensioni regolamentari omologabili dal Coni, in seguito alla parziale demolizione di un fabbricato industriale esistente, adibito nel passato originariamente ad officina di manutenzione/deposito tramvie municipali e successivamente a magazzino Acegat. Scartata la (improbabile) ipotesi di cambiare il nome del PalaChiarbola (struttura intitolata alla memoria del grande lottatore triestino classe 1900 Giorgio Calza) potrebbe essere il neopolo sportivo sangiovannino la sede davvero più adatta per ricordare Gianfranco “Dado” Lombardi.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi