Contenuto riservato agli abbonati

All'overtime la Pontoni Monfalcone piega la Vega Mestre

Devil Medizza a canestro

Grande prova di squadra per il team di Praticò che ha la meglio sui veneti

PONTONI FALCONSTAR - VEGA MESTRE 81-74 (d1ts)

(21-11, 43-37; 55-51, 68-68)

PONTONI: Murabito, Bacchin 2, Casagrande 15, Tossut, Andrea Schina 11, Medizza 12, Macaro 4, Candotto 6, Matteo Schina 10, Milisavljevic 8, Gobbato 2, Bonetta 11. All. Praticò

VEGA: Dal Pos 4, Spatti 3, Maran 16, Segato 4, Lazzaro 8, Pinton 20, Gomirato, Rinaldi 17, Rampado n.e., Salvato, Bettiolo n.e., Fazioli 2. All. Volpato

NOTE: tiri da 3: Pontoni 6/33, Vega 11/33. Tiri liberi: Pontoni 17/20, Vega 11/17. Rimbalzi: Pontoni 46, Vega 43. Usciti 5 falli: Bacchin.

MONFALCONE La Pontoni Falconstar evita la beffa superando ai supplementari una Vega Mestre che trova il pareggio allo scadere dei 40' dopo essere stata avanti solo per i primi 48" della gara (2-0). Dopo una partenza sprint i monfalconesi si afflosciano sotto il profilo della fluidità di gioco ma dimostrano grande solidità mentale, centrando la terza vittoria consecutiva in altrettante gare giocate al PalaPaliaga. Rispetto alla gara con Vicenza torna disponibile capitan Bonetta e coach Praticò lo schiera subito in quintetto base. La Pontoni parte con la testa giusta, con Casagrande molto attivo e tanto gioco in velocità ispirato da un ottimo Matteo Schina. Il primo strappo è proprio firmato dal play di scuola Pallacanestro Trieste, che al 4' con una tripla fa 10-4. E' però la difesa il vero segreto della Falconstar della prima frazione, che non concede praticamente niente alla Vega se non qualche sporadico canestro da rimbalzo d'attacco. Casagrande con una tripla porta il vantaggio già in doppia cifra sul 19-9 ed è il +10 che la Pontoni porta alla prima sirena. Un buon contributo lo portano anche gli uomini che entrano dalla panchina, prima Candotto e poi Milisavljevic, con la Falconstar che prova a spezzare la gara all'inizio della seconda frazione dopo due triple in fila del lungo arrivato dallo Jadran. I biancorossi di casa toccano addirittura il +21 (34-13) con Mestre che sembra già ko, ma improvvisamente l'inerzia gira. La Pontoni perde completamente la bussola e la Vega può tornare sotto con un incredibile parziale di 16-0 nel quale brilla un Rinaldi che sfrutta gli svarioni difensivi monfalconesi per segnare da tutte le posizioni. La Vega arriva fino al -3 prima che una tripla di Bonetta fissi il 43-37, punteggio della prima metà di gara.

Al rientro dagli spogliatoi la Pontoni torna a portare il vantaggio in doppia cifra dopo due liberi di Matteo Schina (47-37) poi però sale in cattedra dall'altra parte l'ex serie A Pinton che comincia ad ingranare dalla lunga distanza (alla fine saranno 6 triple a bersaglio). La Falconstar si impalla nuovamente e ci vuole un superlativo Andrea Schina, capace di scavare punti di esperienza nel traffico e dalla lunetta, per restare avanti (55-51 al 30'). Le difficoltà in attacco della Pontoni perdurano nella quarta frazione, e lo sforzo di un grande Medizza, uno dei migliori in campo, non basta ad evitare i supplementari, con Mestre che impatta proprio allo scadere con Lazzaro. Nel supplementare Mestre mette la testa avanti per la seconda volta nella gara sul 74-73, ma ancora Medizza sorpassa. La Falconstar scatta 79-74 dopo due liberi di Casagrande poi due grandi difese di Bonetta blindano la vittoria.

Video del giorno

Animali altruisti: la storia di Koko, la gorilla che adottò il gattino

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi