A Cremona l'Allianz va a caccia di conferme dopo le tre vittorie di fila

TRIESTE. Allianz a Cremona in cerca di conferme dopo le tre vittorie consecutive che l’hanno portata alle Final eight di Coppa Italia. Domenica 17 gennaio a Cremona (palla a due alle ore 15) la formazione di Eugenio Dalmasson affronta una Vanoli che, reduce da un’estate tormentata che l’ha vista addirittura a un passo dalla rinuncia al campionato di serie A, ha trovato nei nuovi stranieri energia e nel nucleo italiano (che ha nell’isontino Mian un alfiere) un apporto di esperienza e personalità. All’andata non ci fu partita, con l’Allianz a dominare 102-77 trascinata da Myke Henry, Mvp di quel turno inaugurale.

E proprio Henry è tra gli elementi più attesi oggi sul parquet del PalaRadi: l’esterno Usa è stato l’unica nota stonata nel successo di una settimana fa a Casalecchio di Reno. Non dovrebbe essere in discussione l’impiego di Juan Fernandez, rimasto fuori contro la Fortitudo per una distorsione a una caviglia, anche se l’utilizzo verrà gestito con attenzione per evitare forzature.

Coach Dalmasson ha dato consegne chiare ai suoi: “Dovremo giocare di squadra, con la stessa intensità e concentrazione in difesa che abbiamo dimostrato negli ultimi impegni. Cremona ha l’entusiasmo e le capacità per metterci in difficoltà”. L’allenatore avversario, Galbiati, afferma invece: “Trieste vanta la terza miglior difesa del campionato, lo fa con fisicità e continuità. I giocatori italiani inoltre rappresentano l’anima dell’Allianz. Per noi un avversario molto insidioso”.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi