Ghirelli confermato presidente: «Delega a Gravina per le riforme»

TRIESTE

Tutto come previsto. Ieri l’assemblea elettiva ha riconfermato Francesco Ghirelli alla presidenza della Lega Pro per il prossimo quadriennio a grandissima maggioranza con 49 voti. Solamente 3 le preferenze per l’altro candidato Andrea Borghini, ex dirigente della Carrarese. Per il resto schede bianche e un’astensione. I due posti da vicepresidente sono andati al giornalista economico-sportivo Marcel Vulpis (vicepresidente vicario) e al dirigente di Sport e Salute Luigi Ludovici. «Sono molto contento della grande prova di serietà e consapevolezza che c’è stata in assemblea - ha detto Ghirelli una volta rieletto - c’è stato un confronto estremamente sereno sui contenuti. Non sono spaventato, il che non significa non essere preoccupato. Adesso sono più consapevole di ciò che abbiamo davanti, l’esperienza di questi due anni mi è servita». Poi, ovviamente, la spiegazione dei programmi per il suo mandato: «I nostri obiettivi sono due: sostenibilità economica e riforma dei campionati. È venuto il momento di ragionare intorno a una riflessione che non deve essere prolungata nel tempo sulla formula del campionato, così abbiamo dato a Gravina la nostra delega per la riforma dei campionati. Il nostro obiettivo è diventato quello di portare a termine il campionato con tutte le squadre, se non si rispettano determinati parametri si fa fuori dal campionato». Ghirelli si è espresso anche sui diritti tv: «Abbiamo avuto un problema serio con Eleven Sports, i tifosi erano arrabbiati visto che non potevano neppure andare allo stadio. Abbiamo reagito cambiando passo, rimettendo in piedi Eleven e dando un colpo di reni molto forte. Con Sky abbiamo fatto un accordo che inseguivamo dal 2011. Inoltre sfruttiamo la partnership con la Rai, contemporaneamente stiamo lavorando su Youtube e Amazon». E poi uno dei grandi cavalli di battaglia del presidente: «L’apprendistato è un passaggio chiave, potrei definirlo un paradigma della riforma perché mette insieme pratica sportiva e formazione. Non possiamo aspettare». —


A.R.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi