Triestina, aria di novità contro la Fermana per sfruttare il Rocco tornando al successo

Mirco Petrella con Gomez e Mensah comporrà il tridente offensivo

Inizio alle 14, Tartaglia e Giorico le possibili mosse. Gautieri squalificato, tocca a Lotti-Coletti. Tutti negativi ai tamponi

TRIESTE C’è già un buon viatico per Triestina-Fermana che va in scena oggi alle 14 allo stadio Rocco (ovviamente sempre chiuso al pubblico): ai tamponi effettuati venerdì, infatti, gli alabardati sono risultati tutti negativi, segno che non ci sono nuovi casi, che il focolaio sembra finalmente spento e soprattutto che Gautieri non perde altre pedine. Negativizzato anche Granoche, che ovviamente non è ancora convocato visto che non si allena da parecchio tempo. Detto questo, oggi c’è una partita da vincere senza se e senza ma. Dopo la battuta d’arresto di Salò, la Triestina deve tornare subito al successo se non vuole perdere contatto con il trenino di testa, anche perché al Rocco arriva una di quelle squadre certamente rognose da affrontare, ma contro le quali i tre punti sono d’obbligo se si vuole puntare al vertice. Questo non significa che sarà facile, in serie C impegni agevoli non ce ne sono.

Tra l’altro la Fermana segna col contagocce (solo 5 reti), ma nel gruppo delle ultime è quella che subisce di meno, appena 11 reti, e si sa quanto la Triestina abbia spesso sofferto le squadre che arrivano al Rocco pronte a erigere un fortino davanti la porta. Servirà quindi un’Unione aggressiva e incisiva, ma sarà necessaria anche tanta pazienza se la partita non dovesse sbloccarsi subito. Sarebbe soprattutto opportuno mantenere un buon ritmo e la giusta tensione per tutta la partita, senza quegli alti e bassi delle ultime uscite. A questo dovrebbe comunque contribuire il fatto che Gautieri avrà finalmente a disposizione qualche alternativa in più, se non altro in difesa e a centrocampo. Anche se il tecnico oggi non potrà sedere in panchina perché squalificato, sostituito a bordo campo dal tandem Lotti-Coletti. Gautieri quindi potrebbe già optare per qualche novità, anche in vista di un opportuno turnover per le tre partite in sette giorni di questa settimana (mercoledì a Gubbio e domenica prossima a Carpi).

Davanti a Offredi ci dovrebbe essere ancora la coppia Capela-Lambrughi, anche se Ligi è ormai cresciuto di condizione e, se non già oggi, potrebbe essere impiegato mercoledì. A destra stavolta potrebbe esserci Tartaglia, cronologicamente il primo dei positivi al virus in casa alabardata e ormai già in buona condizione, pronto a dare un po’ di riposo a Rapisarda. A sinistra invece Brivio è ancora favorito su Filippini. A centrocampo dovrebbe essere Lodi a dirigere le danze, con reparto completato da Rizzo e forse da Giorico, che potrebbe dare un po’ di fiato a Calvano, un po’ provato nelle ultime uscite. In avanti, dovendo ancora fare a meno di Granoche e Litteri, ci sarà il solito tridente con Petrella-Gomez-Mensah (e il reintegrato Gatto utile in corso d’opera). Da verificare solo la disposizione di partenza, ovvero il ritorno al 4-3-3 oppure ancora Petrella dietro le due punte, anche se durante le partita potremmo vedere entrambe le versioni. —

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi