Unione, il Matelica non può fare paura anche se Gautieri ha la squadra corta

Pochi cambi ma l’undici titolare può fare la differenza. Aperta solo la Pasinati, venduti 650 ticket

TRIESTE

Finalmente si parte. Dopo tante chiacchiere, polemiche, scioperi annunciati e poi revocati, la serie C comincia. E inizia anche l’avventura della Triestina, con una nuova caccia alla serie B. Il percorso dell’Unione si apre oggi allo stadio Rocco (inizio ore 15, arbitra Moriconi di Roma), con gli alabardati che terranno a battesimo il Matelica, alla sua prima apparizione in serie C. La sfida è aperta al pubblico, ma con capienza massima di 1000 spettatori e con aperta solamente la Tribuna Pasinati. A ieri sera i biglietti venduti erano 650. Stamane per i posti rimanenti è aperta la prevendita online sulla piattaforma www.diyticket.it e anche nella sede del Centro di coordinamento dalle 9 alle 12 (le biglietterie dello stadio resteranno chiuse). Il biglietto intero costa 20 euro, il ridotto 10 euro. Come detto, il Matelica proprio oggi fa il suo debutto nei professionisti. Ecco, se dal punto di vista tecnico i pronostici non possono che essere tutti a favore della squadra di Gautieri, se c’è una cosa da temere, sarà proprio l’entusiasmo della compagine marchigiana, che oggi si affaccerà nel calcio che conta e lo farà in una cattedrale come lo stadio Rocco. Presupposti che possono far moltiplicare le forze oppure far tremare le gambe, questo lo si scoprirà solo sul campo. Ma certo la Triestina, per le ambizioni, la forza della rosa e il mercato estivo, al cospetto di una neopromossa è chiamata subito a dettare legge e partire col piede giusto, senza tentennamenti. Soprattutto in un campionato nel quale con tante pretendenti sarà fondamentale rimanere sempre agganciati al vertice. Ieri mattina nella rifinitura al Rocco, la squadra ha avuto anche la visita della Curva Furlan, con una cinquantina di ultras che hanno fatto il tifo durante l’allenamento, ricevendo alla fine anche l’applauso degli alabardati. Purtroppo per questo debutto sarà un’Unione ccon numerose assenze e con alternative molto limitate. Ci sono infortunati di lungo corso come Paulinho, Reda Boultam e Procaccio (anche lui purtroppo potrebbe infatti averne per un paio di mesi), un portiere in stand by come Ioime, e un terzino come Brivio, che deve scontare un turno di squalifica. E c’è infine un giocatore come Mensah, convocato per oggi ma dopo la pulizia al menisco ancora in recupero. Nel consueto 4-3-3, mister Gautieri pertanto si affiderà in difesa alla coppia centrale Ligi-Lambrughi, con Rapisarda a destra e Struna a sinistra (unico rincalzo di ruolo Tartaglia, non al top della condizione ma ieri diventato papà della piccola Emanuela, congratulazioni a lui e alla mamma). In mezzo al campo Lodi dirigerà l’orchestra con Rizzo e uno fra Maracchi e Giorico, con il primo leggermente favorito. Nel tridente offensivo Gomez sarà la punta centrale con Sarno a destra e Di Massimo a sinistra. A parte Tartaglia e Giorico (o Maracchi) e il citato Mensah, in panchina ci saranno a disposizione anche i portieri Valentini e Rossi, poi Granoche, Petrella e Natalucci. —


Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi