Contenuto riservato agli abbonati

Alla Barcolana un software per assegnare i posti barca: iscrizioni fino al 30 settembre

Attraverso il servizio “Follow me” Svbg e Ikon tracceranno assieme la mappatura degli spazi liberi per l’ormeggio. Già 400 iscritti, la scadenza tra poco più di tre settimane

TRIESTE Barcolana 52 continua la lunga marcia verso il secondo weekend di ottobre puntando alla massima sicurezza degli equipaggi e del proprio staff. I cambiamenti imposti dalle normative antiCovid-19 hanno spinto il Comitato organizzatore a una sempre maggiore implementazione informatica e per la prima volta quest’anno l’intera procedura d’iscrizione verrà effettuata online. Le iscrizioni – aperte sul sito Barcolana da luglio e ora arrivate oltre quota quattrocento – si chiuderanno il 30 settembre per permettere la consegna a casa dell’armatore o dello skipper dell’intero pacco gara. Per qualsiasi dubbio in merito all’iscrizione è attivo anche un call center dedicato.

Tema importante è quello degli ormeggi perché la regola principale della Coppa d’Autunno 2020 è l’obbligatorietà di un ormeggio designato per evitare assembramenti di barche e persone. Niente più barche all’inglese in ottava fila sul Molo Audace, dunque. Piuttosto gli armatori che arrivano da fuori potranno provvedere autonomamente – ad esempio noleggiando un posto temporaneo nei Marina di Trieste, Muggia, Monfalcone o della vicina Slovenia – o potranno richiedere alla Svbg un posto barca gratuito nei giorni dell’evento. Per questo la Svbg assieme a Ikon ha realizzato un software con una mappatura degli spazi a disposizione che assegnerà a ogni barca un posto e grazie ad una app, al momento dell’arrivo a Trieste, condurrà l’equipaggio con “Follow me” al proprio ormeggio.


Sul fronte agonistico alcuni dei top player della Barcolana hanno sfruttato le prime regate altoadriatiche per allenarsi. Anywave Safilens, il Frers63 del Sistiana Sailing Team, capitanato da Alberto Leghissa, ha vinto La Ottanta del Circolo Nautico S. Margherita sul percorso Caorle, Grado, Pirano e ritorno. Meno fortunata l’esperienza di Way of Life di Gasper Vinčec, desideroso di battere il record di percorrenza della Cinquecento. A causa delle previsioni di venti deboli l’imbarcazione ha comunicato il proprio ritiro. —




 

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi