Unione, tra gli esterni papabili spunta Petrucci della Fermana

Continua senza troppi assilli il monitoraggio del mercato alla ricerca delle pedine giuste per rinforzare la squadra. C’è interesse per la conferma di Ermacora

TRIESTE. Anche se senza particolare fretta, la Triestina continua a sondare il mercato alla ricerca delle tre-quattro pedine necessarie per un’ulteriore salto di qualità, ma con un occhio particolare anche alle possibili uscite, viste le ormai note norme piuttosto restrittive sulle rose a 22 giocatori. Nelle ultime ore, nell’ormai folto plotone degli esterni offensivi accostati alla Triestina, si è aggiunto quello di Andrea Petrucci, 29 anni, nell’ultima stagione alla Fermana, dove ha fatto 16 presenze e realizzato 2 gol. In precedenza ha giocato con Vis Pesaro e ancora con la Fermana, In realtà, la Triestina lo ha cercato con molta insistenza già a gennaio, quando in effetti è stato molto vicino all’Unione, ma poi la società alabardata ha fatto altre scelte.

Ora più che altro Petrucci è stato proposto all’alabarda, ma è comunque un nome che interessa, anche se soprattutto in ottica vice-Sarno, essendo anche lui un mancino che gioca sulla fascia destra, proprio come l’altro candidato Petrella. Da ricordare che per questo ruolo si sono fatti anche i nomi di Maiorino e del giovane Compagnon. Cominciano intanto a delinearsi anche le strategie negli altri settori. Per quanto riguarda il portiere, la società non sembra intenzionata a privarsi di Offredi, che piace sempre al Sudtirol.

Ma è vero che la Triestina guarda con interesse a Ioime del Potenza, ma solamente se l’attuale numero uno alabardato dovesse andarsene. Per quanto riguarda il ruolo di terzino destro, attualmente sguarnito, dovrebbe venir proposto il rinnovo a uno tra Formiconi e Scrugli, entrambi in scadenza. Poi dovrebbe esserci un altro arrivo come terzino destro, anche se all’occorrenza Tartaglia potrebbe giocare su quella fascia. A sinistra invece si cerca di arrivare ad Ermacora, sul quale si punterebbe come vice Brivio solamente se dovesse diventare di proprietà della Triestina a titolo definitivo (in questa stagione era in prestito dall’Udinese).

Solo in questo caso per Pizzul e Dubaz (entrambi al rientro da prestiti) si cercherebbe qualche altra soluzione. Fra i centrali difensivi diventa un po’ tiepida la pista che porta a Ligi, ma un nuovo arrivo in quel settore è comunque sicuro. Fra i papabili ci sono sempre Conson e Signorini (che era a Trieste in prestito), ma non sono assolutamente esclusi altri nomi.

A centrocampo intanto c’è tutta l’intenzione di rinnovare con Federico Maracchi, inoltre si andrà alla ricerca di una mezzala ben dotata fisicamente, dalle caratteristiche più difensive, che sicuramente possono venir utili in un centrocampo composto soprattutto da palleggiatori. E a proposito di centrocampo, da sottolineare che Paulinho, che difficilmente sarà pronto prima di dicembre-gennaio dopo l’infortunio al crociato, potrebbe inizialmente restare fuori dalla lista, tanto poi potrebbe ovviamente rientrare nella finestra di mercato. 


 

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi