Dalmasson: «Allianz duttile e motivata. Un centro puro per completare i lunghi»

«Il prossimo colpo potrebbe essere il 5 e non sarà un cambio di Udanoh, anzi. Cerchiamo una guardia tiratrice»

TRIESTE Con personalità da vendere e pedine intercambiabili. Questa è l’Allianz che Mario Ghiacci e Eugenio Dalmasson stanno cercando di assemblare. Sei decimi della squadra sono completati, restano in sostanza tre posti stranieri visto che l’ultimo italiano sarà probabilmente capitan Coronica.

Intanto il coach riabbraccia Daniele Cavaliero che, in scadenza di contratto, sarà ai suoi ordini anche nella prossima stagione. «Ci eravamo parlati in tempi non sospetti, sapeva della mia voglia di averlo ancora con noi e noi sapevamo che avrebbe voluto continuare in biancorosso. Sono strafelice e convinto che possa ancora darci molto».



Presentiamo i nuovi biancorossi. In regia, ad affiancare Juan Fernadez, c’è Tommy Laquintana.

Abbiamo iniziato il mercato con la scelta del doppio play italiano. I nomi sondati sono sempre andati in quella direzione. Laquintana è un giocatore con un ottimo approccio, dà il 110%, ha una grande personaità ed è ambizioso. Sa che Trieste potrebbe dargli l’occasione per la consacrazione. Adesso è un play di buon livello, ha tutto per diventarlo di ottimo livello. E ha una gran voglia di diventarlo. Quando abbiamo deciso di stringere con lui abbiamo trovato l’accordo in breve, segno della sua determinazione.

Grazulis, proveniente dalla A2 di Tortona, rappresenta invece la scommessa.

Una scommessa legittima. Ha acquisito esperienza nella lega baltica e poi in A2 e a 27 anni è nel pieno delle potenzialità. A inizio carriera giocava da ala piccola, adesso è un “4” che sa anche fare bene il centro. Un’ala forte moderna, con un tiro affidabile da tre punti. Mi piace la sua duttilità. E tutti quelli che lo conoscono ci hanno fatto i complimenti per il colpo.

Non ha invece bisogno di presentazioni Ike Udanoh.

All’inizio del mercato lo consideravamo fuori dalla nostra portata. Poi può sucedere che si creino circostanze favorevoli e allora ci si prova. Abbiamo iniziato a trattare davvero domenica pomeriggio e il lunedì mattina ci eravamo già messi d’accordo. Può giocare ala forte e centro, ha fisicità, è veloce. Nel sistema di gioco di Venezia ha faticato a trovare quei minuti di cui invece ha bisogno per esprimere tutto il suo valore. Estroverso, ci garantirà grande energia.

Mancano tre stranieri e un italiano di riserva. Tre esterni (di cui due forestieri) e un lungo. Quale casella occuperà il prossimo arrivo?

Credo che in questo momento sia più semplice completare il pacchetto dei lunghi. Ne abbiamo tre, tutti con caratteristiche diverse.

Sarà un Usa, no?

Noi stiamo valutando tutte le possibilità. Però sappiamo bene cosa stiamo cercando.

Un buon cambio per Udanoh...

No. Vogliamo un centro vero. Un uomo d’area, con centimetri.

Quindi non un semplice backup center ma un lungo da quintetto. Sorpresa.

Stiamo lavorando seguendo una logica. Con il 5+5 dobbiamo scegliere con attenzione. Disporrò di quattro lunghi e nessuna combinazione sarà impossibile. Vorremmo un centro che possa giocare alternativamente insieme a Udanoh, Da Ros o Grazulis ma sappiamo che Udanoh può giostrare anche da 5 e anche il lettone lo può fare. Quattro lunghi intercambiabili.

La stessa logica verrà seguita anche per gli esterni? La coppia Fernandez-Laquintana e la conferma di Cavaliero non richiederanno che la guardia titolare abbia anche attitudini in regia.

Infatti siamo orientati su un 2 che sia un finalizzatore, un tiratore.

Esiste una rosa di nomi? Tra i nomi è spuntato quello di Sanders.

La rosa si sta assottigliando. No, Sanders in questo momento non viene considerato pur avendo ovviamente la massima stima.

Si possono ipotizzare i tempi per firmare anche gli esterni stranieri?

Stiamo attenti sl mercato ma c’è meno fretta. Si possono creare occasioni ogni giorno, l’importante è coglierle. Sembra un passaggio da niente forse ma nella svolta dal 6+6 al 5+5 perdiamo due potenziali pedine. Dobbiamo di conseguenza pensare a una squadra duttile, con profili affidabili. —


 

Video del giorno

Incidente minibus a Capri, il momento in cui il bus precipita ripreso dalle telecamere di sorveglianza

Cotolette di ceci con maionese all'erba cipollina

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi