Contenuto riservato agli abbonati

Alfredo Moruzzi: «In una Trieste ferita una doppia promozione da brividi e lacrime»

Moruzzi festeggia sopra Gandini la promozione in A2

Cinque anni in maglia Acegas per la guardia isontina, che ha vissuto intensamente il rapporto con l’ambiente e con una tifoseria che lo ha adottato facendolo sentire a casa sin dal primo giorno

TRIESTE Cinque anni in maglia Acegas, due esperienze molto diverse che hanno caratterizzato un’intera carriera. Arrivato in biancorosso subito dopo il fallimento che aveva cancellato Trieste dalla mappa del grande basket, Alfredo Moruzzi ha vissuto intensamente il rapporto con l’ambiente e una tifoseria che lo ha adottato facendolo sentire a casa sin dal primo giorno. Non è un caso che oggi, a otto anni di distanza dall’ultima partita disputata, ricorda ancora con trasporto ed emozione le tappe che hanno scandito la sua storia triestina.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi