Milanese: «La scelta migliore adesso è giocare i play-off»

Avanti con il lavoro individuale «Vanno trovati posti sicuri, organizzati e sanificati» Il Padova e la Reggiana favorevoli al post season 

TRIESTE

Il giorno dopo la decisione del Consiglio federale, Mauro Milanese torna a ribadire la posizione della Triestina, che è quella di stand by. Secondo l'amministratore unico alabardato, comunque rammaricato che non si sia parlato di riforme, visti i tempi tecnici si potrebbe al massimo giocare gli spareggi promozione.


«La scelta più intelligente era quella di giocare i play-off - conferma - capisco che i campionati devono continuare, soprattutto la A. Poi vedremo i protocolli che al momento sembrano unici, aspettiamo con ansia il 28 per capire se si potrà tornare in campo. Del resto in assemblea tante squadre volevano sospendere il campionato, ma giocare i play-off. La cosa più intelligente è giocarli in posti sicuri, organizzati e sanificati». In ogni caso gli alabardati continuano in questi giorni gli allenamenti individuali (anche attraverso video e con il controllo delle cinture Gps per i giocatori) e sono allertati in attesa di capire cosa verrà deciso il 28 maggio.

E se la stragrande maggioranza dei club è contraria, ci sono società che hanno salutato favorevolmente la decisione del Consiglio federale Figc di andare avanti. Nel girone B, la decisione di lasciare i verdetti al campo riscuote i giudizi positivi anche di Padova e Reggiana. Per quanto riguarda i biancoscudati veneti, il diesse Sean Sogliano afferma: «Di sicuro è un passo in avanti rispetto alla posizione che abbiamo sempre sostenuto. E cioè che la cosa migliore sia quella di stabilire promozioni e retrocessioni sul campo. Per il momento andiamo avanti con gli allenamenti individuali, poi quando ci sarà la certezza che si riprenderà, procederemo anche con quelli collettivi. Il protocollo è stato rivisto e adesso le condizioni per riprendere ci sono, ma questa fase di allenamenti è comunque necessaria e propedeutica a quelli collettivi».

Per la Reggio Audace, parla il presidente Luca Quintavalli: «Non abbiamo mai cambiato la nostra linea, che era quella di esprimere sul campo i valori della squadra, e siamo felici per quanto deciso dal Consiglio Federale: c'è grande energia positiva, da riversare sul rettangolo verde per chiudere al meglio il campionato. Non abbiamo mai pensato a un finale diverso da questo, le promozioni vanno decise in campo qualora si presenti la possibilità». —

A.R.

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi