L'Allianz a Reggio Emilia si spegne sul più bello e perde al fotofinish 

Trieste butta via un vantaggio di 13 punti a meno di sei minuti dalla sirena. Nei secondi finali decide, in negativo, uno sfondamento di Jones 

REGGIO EMILIA. Per l’Allianz arriva una sconfitta che sa di beffa a Reggio Emilia. In vantaggio di 13 punti a meno di sei minuti dalla fine viene battuta 87-86. La ciliegina sulla torta, in negativo è uno sfondamento di Jones a 23 secondi dalla sirena. Persa un'occasione d'oro per risollevarsi.

Il finale è davvero da dimenticare. Più 13 Allianz a neanche sei minuti dalla sirena (65-78). Fuori Cavaliero per Fernandez e Jones per Strautins a 5’ dalla fine con 9 punti da amministrare (69-78). Vengono da Peric i punti che tengono la Grissin Bon a distanza, è Candi, ex pupillo di Boniciolli,a opporsi. 

Il match sembra indirizzato a favore di Trieste, e invece sta per materializzarsi il patatrac. Fallo in attacco a Fernandez, Mekel in sottomano a 2’31” rimette i locali a quattro punti (78-82). Fallo di Mitchell su Owens in schiacciata a 107 secondi dal termine. Il lungo di Buscaglia imbuca i liberi (15-4 per Reggio in tre minuti). Fallo sul Lobito che dalla lunetta ne mette solo uno. Va a segno Candi, Jones mette la tripla, vanificata dal gioco da tre di Mekel.

Siamo sull'85-86, ultimo minuto. Justice non trova la tripla, Candi nemmeno, Justice recupera palla e lancia Jones che va a sfondare a 23 secondi dal termine. La palla torna così a Reggio. Mekel va in entrata, la difesa triestina sporca l’azione, rimessa emiliana che a due secondi dalla sirena ancora con l’israeliano buca la difesa e segna. Il tentativo sulla sirena di Peric non va. E Trieste si può mangiare le mani

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi