Contenuto riservato agli abbonati

Trieste gioca a viso aperto e fa lo sgambetto all’Ortigia

La partita della pallanuoto trieste

Botta e risposta durante tutto il match. Bettini: «Abbiamo mantenuto i nervi saldi»  Il ds Brazzatti: «I ragazzi hanno sconfitto la squadra più in forma del campionato»

TRIESTE E sgambetto fu. La Pallanuoto Trieste ha fatto fuori la (ex) capolista Ortigia con un risicatissimo 11-10 (2-0, 2-4, 4-3, 3-3). Entusiasta l’allenatore alabardato Daniele Bettini: «Abbiamo dato più di quello che avevamo, mantenendo i nervi saldi dalla prima all’ultima azione. Siamo stati intelligenti a sfruttare le superiorità numeriche e concentrati nella fase difensiva».

Nella prima frazione il match viene sbloccato da una bordata di capitan Ray Petronio in superiorità numerica. Poi, dopo una gran parata di Oliva, Rocchi vola in controfuga procurando il fallo da rigore guadagnato da Mezzarobba: al tiro va Gogov che centra la traversa. A 80" dalla sirena Panerai si inventa il raddoppio cogliendo impreparato Tempesti sul primo palo.


Nel secondo periodo i siciliani si sbloccano con Vidovic, ma il team di Bettini torna sul +2 con unna chirurgica conclusione di Milakovic. L’Ortigia replica, ancora in superiorità, con Vidovic, trovando la parità con il capitano Giacoppo. Milakovic, in grande forma, riporta avanti Trieste, ma prima dello scadere gli ospiti riagguantano il pari con il veloce Di Luciano.

Al cambio campo lo spettacolo non manca. Anzi. Dopo 45" Panerai va a segno in superiorità (5-4), ma Vidovic risponde con un gran diagonale (5-5). Trieste torna avanti con una geniale palombella di un ispirato Mezzarobba, ben servito dall’onnipresente Petronio, che beffa Tempesti, ma l’Ortigia torna in parità grazie a un gol in superiorità firmato da Napolitano. I botta e risposta proseguono ancora con Mezzarobba (7-6), seguito dal velenoso Vidovic.

A 19" dalla sirena la Bianchi si infiamma grazie alla superiorità numerica sfruttata al meglio da Gogov che vale l'8-7. Negli ultimi 8 minuti di gioco la battaglia continua. Trieste va sul +2 grazie al rigore trasformato con glaciale determinazione da Milakovic. Giacoppo accorcia le distanze, ma Vico piazza il nuovo +2. L’Ortigia si fa sotto e trova il pareggio grazie agli acuti di Giacoppo e Di Luciano. È un duro colpo ma a 50'' dalla sirena Gogov trova quello che sarà il gol partita. Nel finale uno stoico Oliva (il migliore in campo) nega la gioia del pari al team di Stefano Piccardo.

Euforico il ds Andrea Brazzatti: «Vittoria più che meritata, i ragazzi hanno giocato a viso aperto e messo sotto la squadra più in forma del campionato». Il prossimo impegno degli alabardati è in programma sabato, alle 18, quando al Foro Italico il team di Bettini affronterà la Roma Nuoto.

I risultati: Pallanuoto Trieste-Canottieri Ortigia 11-10, Canottieri Napoli-Sport Management 7-15, Pro Recco-Rari Nantes Savona 11-2, Lazio-Posillipo 10-7, Salerno-Telimar Palermo 12-11, An Brescia-Quinto 14-8, Rari Nantes Florentia-Roma Nuoto 13-11.

La classifica: Pro Recco 21, Ortigia e An Brescia 18, Sport Management 15, Pallanuoto Trieste 13, Quinto, Rari Nantes Savona, Salerno e Rari Nantes Florentia 8, Roma Nuoto e Lazio 7, Posillipo 5, Cc Napoli e Telimar Palermo 1.
 

Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi