Triestina, oggi alle 15 il derby per riaccendere l’orgoglio

Carmine Gautieri

Debutto al Rocco per il nuovo tecnico Gautieri che riproporrà il 4-4-2 in una sfida difficile contro la capolista Padova 

TRIESTE Sulla carta, debutto più difficile per il nuovo tecnico alabardato Carmine Gautieri non poteva esserci. L’esordio del mister napoletano sulla panchina dell’Unione coincide infatti con la sfida che oggi la Triestina porterà alla capolista Padova (inizio ore 15, arbitra Marchetti di Ostia Lido), che al momento vanta ben 12 punti di vantaggio sugli alabardati. Ma forse l’alto grado di difficoltà del match può anche essere un bene, perché la tradizionale scossa portata da ogni cambio in panchina, si abbinerà ai forti stimoli portati da una sfida affascinante come quella con i veneti. Un derby che resta infatti sentitissimo, nonostante la posizione non felice in classifica dell’Unione: lo dimostra il fatto che oltre ai 4mila abbonati sono stati già venduti un migliaio di biglietti ai tifosi triestini e circa altri 800 agli ospiti.



Il Padova arriva al Rocco voglioso di rivincita dopo la prima sconfitta in campionato di domenica scorsa ad opera del Ravenna, giunta dopo una cavalcata di 7 successi e un pareggio. Nelle file della capolista, che giocherà con il consueto 3-5-2 e avrà in panchina Ametrano perché Sullo è squalificato, mancherà solamente Rondanini mentre fra i convocati si rivede Gabionetta dopo tre mesi di infortunio. Tra gli alabardati non ci sarà invece Paulinho, nemmeno convocato nonostante si sia allenato negli ultimi due giorni perché reduce da una settimana travagliata per un risentimento muscolare.

Convocati ma in condizioni precarie anche Beccaro e Cernuto, mentre non ci sarà Frascatore, squalificato. Per il suo esordio sulla panchina della Triestina, Gautieri manterrà ancora il 4-4-2, anche perché le alternative in mezzo al campo sono poche causa acciacchi. Davanti a Offredi, la coppia centrale difensiva sarà composta da Lambrughi e Malomo, con Scrugli a destra e Formiconi a sinistra. In mezzo al campo Giorico dovrebbe essere affiancato da Maracchi, leggermente favorito su Steffè, mentre per quanto riguarda gli esterni la sensazione è che possano venire impiegati Procaccio e Gatto, con Mensah pronto a spaccare la partita dalla panchina. In avanti, dovrebbe essere il ristabilito Costantino ad affiancare Granoche.

Al di là dei moduli e dei primi dettami tecnico-tattici di Gautieri, sarà importante verificare se la squadra avrà recepito il richiamo fatto da Milanese la scorsa settimana e dai tifosi negli ultimi giorni per un atteggiamento diverso: servono più grinta, agonismo e intensità, è necessario correre di più e correre meglio. Oggi la Triestina ha un’occasione prestigiosa per ripartire: chissà chela sfida con il Padova non rappresenti l’inizio della riscossa della stagione alabardata.

LE ALTRE PARTITE. Negli anticipi di ieri il Sudtirol ha battuto il Gubbio 3-0 mentre l’Azignano ha vinto a Ravenna 2-1. Oggi si giocano anche Imolese-Feralpisalò, Rimini-Cesena, Carpi-Fano, Vicenza-Reggiana, Vis Pesaro-Piacenza. Domani Modena-Fermana. La classifica: Padova 22, Reggiana e Sudtirol 19, Samb e Vicenza 18, Piacenza e Carpi 17, Ravenna e Virtus Verona 13, Feralpisalò 12, Modena, Triestina, Cesena e Fano 10, Vis Pesaro, Arzignano e Fermana 8, Rimini 7, Gubbio 6, Imolese. —


 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi