Trieste, ultimo test precampionato a Capodistria

Alle 20 alla Bonifika Arena confronto con il Primorska. Nuovo accertamento per la caviglia di Strautins

TRIESTE. Ultimo appuntamento del precampionato per la Pallacanestro Trieste in campo questa sera, ore 20 alla Bonifika Arena di Capodistria, contro il Kk Primorska.. Decima sfida di pre season per una squadra che nelle sei settimane di preparazione finora svolte ha raccolto un bottino di sette vittorie, un pareggio e una sconfitta. I quaranta minuti contro il Koper serviranno per mettere a punto il motore biancorosso poi, da giovedì prossimo con la trasferta al Taliercio e la sfida all'Umana Venezia, sarà già tempo di stagione regolare. Squadra al completo per coach Dalmasson che, Arturs Strautins a parte, potrà contare sull'intera rosa. Si tratta di un incontro valido dal punto di vista tecnico e atletico per Trieste che si troverà ad affrontare un'avversaria reduce dal successo nell'amichevole all’Unione Ginnastica Goriziana della scorsa settimana contro i campioni d'Italia della Reyer di Stefano Tonut e la larga vittoria della Supercoppa di Slovenia, 106-74 il finale, contro l'Hopsi Polzela. Ingresso a pagamento, biglietto unico a cinque euro, le casse della Bonifika Arena apriranno nel pomeriggio dalle 17.



A proposito di Supercoppa, al PalaFlorio di Bari nel week end, si disputa anche quella italiana. A sfidarsi, nel classico format delle final four, saranno Happy Casa Brindisi, Banco di Sardegna Sassari, Umana Reyer Venezia e Vanoli Cremona. La competizione non vedrà ai nastri di partenza l’Olimpia Milano che abdica dopo tre successi consecutivi. Nella prima delle due semifinali, palla a due domani alle 18, si sfideranno Sassari, finalista del campionato e Cremona, qualificatasi grazie alla vittoria nella Coppa Italia. Alle 20.30, nella seconda sfida, scenderanno in campo Venezia e Brindisi che ha invece staccato il pass grazie alla finale di Coppa Italia della passata stagione. Domenica alle 18 la finale per il terzo posto, dalle 20.30 la finalissima.

Tornando alle cose di casa nostra, trasferta a Reggio Emilia ieri per Arturs Strautins visitato dal professor Rocchi per valutare lo stato della caviglia infortunatasi nel match di sabato 7 settembre contro la Virtus Roma. L'esito dei test sarà decisivo per capire se aumentare i carichi di lavoro e accelerare i tempi di recupero.

Al momento il giocatore si limita alle terapie del caso e a un leggero lavoro atletico, sembra da escludere quindi una sua presenza nella gara d'esordio del campionato giovedì prossimo. —

 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi