In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Una baby Unione cade a Fano ma è un ko che non fa male

Nell’ultima giornata la Triestina certa del secondo posto schiera un undici sperimentale. Bene il primo tempo, nella ripresa la rete dei marchigiani

1 minuto di lettura

La Triestina chiude con una (ininfluente) sconfitta a Fano per 1-0 il campionato regolare. Il secondo posto infatti era già in cassaforte. Da adesso in poi sarà solo una fase di avvicinamento ai play-off per la promozione in serie B. A Fano Pavanel schiera una Triestina sperimentale. Petrella e Mensah sono infortunati, capitan Lambrughi squalificato, Maracchi in diffida e Granoche convalescente ma in panchina. Due gli sordi assoluti: il giovane portiere sloveno Matosevic, autore di un paio di ottimi interventi, e al centro della difesa Messina. Ma nel corso della partita hanno visto il campo anche il figlio d’arte Gubellini, Marzola e Venco. Nella ripresa il gol del Fano (retrocesso in D nonostante la vittoria): cross dalla destra di Sosa e testa precisa di Morselli nell’angolino al 23’. —

ESPOSITO E ROBERTI / A PAG. 36-37

I commenti dei lettori