In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Il Rocco ritrova l’Unione e il bomber Granoche. Contro il Rimini chance per ripartire alla grande

Dopo la pausa di inizio anno una gara contro una squadra vivace ma abbordabile. Costantino parte dalla panchina

Antonello Rodio
2 minuti di lettura

TRIESTE. Si riparte. La pausa invernale della serie C è finita, si ricomincia a fare sul serio. Oggi allo stadio Rocco (inizio ore 16.30, arbitra Curti di Milano) la Triestina affronterà il Rimini, per riallacciare il filo con la salutare vittoria di Pesaro di fine 2018, ma anche per riprendere quel devastante percorso casalingo che era stato interrotto solamente dalla sconfitta con il Fano. Gli alabardati hanno avuto tutto il tempo per ricaricare le pile e il modulo sarà con ogni probabilità il collaudato 4-2-3-1, purtroppo però negli ultimi giorni non sono mancati gli acciacchi che provocano più di qualche dubbio in formazione. Anche in ottica del fatto che quello con il Rimini è il primo dei tre match in sette giorni che attendono l’Unione (martedì si va a Ravenna, poi sabato nuovamente al Rocco con l’Albinoleffe). Andando con ordine: Valentini ha smaltito l’infortunio ma non è ancora al meglio, probabile che in porta vada quindi Boccanera. Come noto Lambrughi è squalificato, e nelle ultime ore si è aggiunta la tegola Malomo, colpito da virus intestinale e qualche linea di febbre: la speranza è che ce la faccia, altrimenti sarà Coletti ad arretrare per affiancare Codromaz in mezzo alla difesa.

Nessun dubbio fra i terzini: Formiconi a destra e Sabatino a sinistra (tra l’altro Pizzul è fermo per un problema muscolare). A centrocampo ci sarà la coppia Maracchi-Coletti, ma se quest’ultimo dovesse arretrare in difesa, toccherà a uno fra Bolis e Steffè. Per quanto riguarda l’offensiva da schierare dietro alla punta Granoche, Beccaro dovrebbe agire centralmente con Petrella a destra, mentre c’è ancora un dubbio fra Mensah e Procaccio sulla fascia sinistra. Per quanto riguarda l’ultimo arrivato in casa alabardata, il bomber Rocco Costantino, per tutta la settimana si è allenato a parte causa un brutto pestone all’alluce che l’aveva costretto a saltare anche l’amichevole di sabato scorso a Monfalcone. Ora sta meglio, ma non è certo in condizione di partire dall’inizio. Anzi, si valuterà nelle ultime ore se sarà possibile utilizzarlo almeno per un piccolo spezzone di partita, in caso di necessità, oppure tenerlo a riposo, anche nell’ottica dei prossimi impegni. Oltre a Lambrughi squalificato, non sono convocati neanche Pizzul infortunato e Bracaletti, evidentemente ormai fuori dai piani societari. Convocati anche i baby Gozzerini e Coltro.

PORTIERE. Intanto la Triestina ha arruolato ieri Kristjan Matoševic, portiere sloveno classe 1997 dell’Ankaran, che è cresciuto nei settori giovanili di Lazio e Catania: è un acquisto in prospettiva, se la giocherà con gli altri due portieri della prima squadra e, in caso di serie C, sarà eventualmente l’under del prossimo anno. Portiere di talento, si è un po’ frenato rispetto alle aspettative iniziali, ma ora è pronto a rimettersi in discussione.

FESTA. Alla fine della partita, dalle ore 18 al Salone degli Incanti il terzo tempo. Quindi in serata l’atteso concerto de I soliti Pooh. Stamane, oltre al docufilm, dalle 10 alle 19 (anche domani) appuntamento con i videogame del team 12 Bit e ben 15 postazioni giocabili, tutte dedicate al calcio.
 

I commenti dei lettori