Trieste nella sua Bianchi non fa sconti. Il gol di Mezzarobba affonda anche la Roma

Partita intensa ed equilibrata con gli alabardati capaci di rimontare e di mantenere la freddezza nei momenti decisivi

TRIESTE La “Bianchi” continua a non perdonare. Nella quarta giornata del campionato di serie A1 la Pallanuoto Trieste ha ottenuto la seconda vittoria casalinga mettendo a tacere (con sofferenza) la neopromossa Roma Nuoto.

Un’ottima prova della squadra di Bettini che, nonostante l’ultima scontitta esterna dimostra una notevole crescita che fa ben sperarea per il prosieguo del campionato.

Il risultato finale di 8-7 è giunto al termine di 32' combattutissimi decisi ad una manciata di minuti dal termine dall'azzurro Michele Mezzarobba.


Bella la reazione degli alabardati dopo la secca sconfitta maturata nel turno precedente.

Ma complimenti alla squadra di Gatto che ha combattuto sino alla fine uscendo dalla “Bianchi” sconfitta ma a testa davvero alta.

Il match inizia col piede giusto per gli alabardati. A 4'55' Danjel Podgornik, in azione di superiorità numerica, sblocca il risultato. Pronta la reazione ospite che pareggia i conti con De Robertis a 5'40'' con l'uomo in più.

A 6'25 Jordan Camilleri trova il primo vantaggio laziale, sempre in fase di superiorità numerica.

Nella seconda frazione i capitolini vanno sul +2 grazie al gol di Steven Camilleri dopo 4'50'', sempre con l'uomo in più.

I fantasmi di un'altra giornata no iniziano ad aleggiare, ma Trieste rimane in scia grazie al guizzo di Michele Mezzarobba che in superiorità numerica piazza il secondo centro alabardato. Al cambio di campo Trieste si scuote. Ancora a segno il bomber Ray Petronio che dopo 65'' firma il pareggio, a 3'24'' Drasko Gogov sigla su rigore il gol del vantaggio alabardato.

Ma la Roma, che è squadra tutt’altro che arrendevole, non molla la presa sull’inerzia della partita.

Steven Camilleri realizza il gol del 5-5 che rimette tutto in gioco.

La partita vive sul filo dell'equilibrio. Al nuovo passo in avanti triestino reso possibile dal gol di Nemanja Vico a 47'' dalla sirena, replica prontamente a 17'' dallo scadere Paskovic. Il match, dunque, si deciderà tutto negli ultimi otto minuti di gioco.

Dopo 85'' Gogov va in gol, seguito da Petronio. E' un break importantissimo per Trieste che si porta sul +2 a 4'48'' dallo scadere. I romani non sono però mai domi. Lapenna e Steven Camilleri a 2'30'' dalla fine siglano le reti che valgono il 7-7. A 5'56'', però, la Pallanuoto Trieste mette a segno il gol che chiuderà l'incontro: l'eroe del match è Michele Mezzarobba che con un tiro dalla distanza perfora De Michelis.

Tutti contenti alla Bianchi e buone prospettive per il futuro della squadra del presidente Samer—


 

Egg muffin con broccoli e feta

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi