In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

CAMPOLONGO TAPOGLIANO. La Asd Torre T.C. (ovvero Tapogliano Campolongo), nata come Ac Tapogliano, ha iniziato il suo 51.mo anno di vita.

E’ così partita l'avventura stagionale con la presentazione della rosa, composta spiegato dal ds Gregorat, dai portieri Di Giusto, Fedel e Tolloi; dai difensori Paviot, Morsut, Russiani Marcuzzi, Sandrin, Violin, Iustulin, Misson e Mihich; dai centrocampisti Mauri, Braida, Puntin, Marcenaro, Bisceglia, Lupo, Michieli e Biasutti e dagli attaccanti Colledan, Chiodi, Di Tommaso, Mazzilli e Tiziani. Allenatori Menon e Lepre con Simeon e Merluzzi tecnici dei portieri. Presenti il sindaco Cristina Masutto e il vice presidente vicario regionale Figc Dionisio Zorat, il presidente Francesco Bearzotti ha ringraziato autorità e sponsor per la vicinanza rimarcando gli ottimi rapporti con società limitrofe, in particolare Aquileia, Terzo, Villa, Pro Romans e Pro Cervignano. Zorat ha poi ricordato i suoi dieci anni di presidente del club che uniti ai cinque anni nell'ex comitato Figc di Cervignano, gli hanno consentito di maturare l'esperienza per assolvere il suo attuale incarico. Sempre Zorat ha poi ricordato come nel 1975 la società sia diventata Torre T.C. accorpando Tapogliano e Campolongo, precedendo di oltre trent'anni la politica che solo nel 2009 ha portato alla fusione, prima in Regione e in Italia, dei comuni di Tapogliano e Campolongo.

Infine l'obiettivo del campionato. Lo dice Gregorat: «Raggiungere i play off».

Alberto Landi

I commenti dei lettori