Contenuto riservato agli abbonati

Le 3 moschettiere dell’atletica per un podio da leggenda: i 100 metri T63 si tingono d’azzurro grazie a Sabatini, Caironi e Contrafatto

TOKYO. «Siamo le tre moschettiere». Ambra Sabatini sorride sotto la mascherina quando trova il soprannome per sé e le altre due leggendarie ragazze che, sullo stesso rettilineo che lo scorso 1° agosto vide Marcell Jacobs diventare il primo campione olimpico italiano, hanno scritto un’altra pagina di storia italiana alla Paralimpiade di Tokyo, prendendosi tutto il podio e tingendolo d’azzurro. Dietro alla sensazionale toscana che ad appena due anni dall’incidente ha sfrecciato fino all’oro con il nuovo record del mondo (14.11),

Video del giorno

Trieste, presidio del Clpt davanti al porto in solidarietà ai lavoratori sospesi e licenziati

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi