Olimpiadi di Tokyo 2020, le gare e i risultati di oggi 1 agosto. Jacobs è oro nei 100 metri, Tamberi oro ex-aequo con Barshim

Jacobs e Tamberi regalano due ori all’Italia. Paltrinieri quarto nei 1500. Sesta la staffetta femminile nell’ultima gara olimpica di Federica Pellegrini. Niente medaglia per Zazzeri, poker per Dressel. Tamberi in finale nel salto in alto. Delude il fioretto maschile. 

Vola il nuoto, delude la scherma al punto che il presidente del Coni, Giovanni Malagò dice: «Dobbiamo ricostruire un ambiente, da domani al lavoro per Parigi». La venticinquesima medaglia dell’Italia arriva ancora una volta dal nuoto con lo storico bronzo degli azzurri nella staffetta 4x100 misti con il record italiano: è il miglior risultati di sempre nella specialità. Per la prima volta un italiano in finale nei cento metri: Jacobs chiude la semifinale in 9'84. La gara prevista per le 14.50

Pallavolo: per gli azzurri nei quarti c’è l’Argentina
Il sorteggio svolto questa sera all'Ariake Arena ha decretato che sarà l'Argentina l'avversaria dell'Italia nei quarti di finale del torneo olimpico (in campo martedì 3 agosto alle ore 10 italiane, le 17 locali). Gli azzurri, secondi nella pool A, hanno dunque pescato la terza della pool B. Le squadre qualificate ai quarti di finale sono Polonia, Italia, Giappone e Canada per la pool A, mentre per la pool B avanzano ROC, Brasile, Argentina e Francia.

Triplo femminile: Rojas da urlo, record del mondo
Serata stellare allo stadio Olimpico di Tokyo: la venezuelana Yulimar Rojas ha stabilito il nuovo record del mondo nel salto triplo con la misura di 15.67

Cento metri: Jacobs è oro 9’’80, nuovo record europeo
Per la prima volta un italiano è in finale nei 100 metri alle Olimpiadi. L'azzurro Marcell Jacobs si è qualificato con 9’'84, nuovo record europeo, e ha vinto la medaglia d’oro con 9’’80. 

Salto in alto, Tamberi è oro
Gianmarco Tamberi vola: nelle finali di salto in alto salta i 2.37 al primo tentativo. A 2.39 errore per tutti. Per l’azzurro è medaglia d’oro ex-aequo con Barshim. Tamberi e il qatariota Barshim hanno concluso la gara a pari merito a 2.37 con lo stesso numero di errori complessivi e di fronte al giudice di gara hanno optato per il pari merito. 

400 ostacoli, Sibilio terzo in semifinale, finale centrata

Alessandro Sibilio è terzo nella sua semifinale con il tempo di 47"93. "Sono troppo contento, è stato molto difficile, piano piano sono andato in progressione. L'ho sognata molte volte la finale e ora sono tra i migliori otto. L'olimpiade è il punto più alto a cui aspirare, la medaglia è un sogno, per dopodomani non mi pongo obiettivi". È quanto ha affermato ai microfoni di Rai Sport, Alessandro Sibilio, che ha così centrato la finale nei 400 ostacoli maschile ai Giochi di Tokyo. 

Basket, Italia-Francia nei quarti

L'Italia sfiderà la Francia nei quarti di finale del torneo olimpico di basket. Questo l'esito del sorteggio effettuato al termine dei gironi eliminatori. 

Tennis, oro al tedesco Zverev

Il tedesco Alexander Zverev nella finale del singolare maschile di tennis ha battuto (6-3 6-1) il russo Karen Khachanov, aggiudicandosi la medaglia d'oro. Il bronzo era stato vinto ieri dallo spagnolo Pablo Carreno Busta. Il 24enne tedesco ha battuto in semifinale il numero uno del tennis mondiale Novak Djokovic.

Pallavolo uomini, l'Italia batte il Venezuela 3-0

Nella quinta e ultima giornata del girone eliminatorio del torneo di pallavolo maschile di Tokyo, l'Italia ha facilmente sconfitto il Venezuela per tre set a zero (25-22, 25-15, 25-17). Con questo successo, il sestetto allenato da Gianlorenzo Blengini ha conquistato il secondo posto del girone A. Al termine di tutte le partite dei due raggruppamenti a sei, ci sarà un sorteggio tra le squadre classificate al secondo e al terzo posto, che determinerà gli accoppiamenti dei quarti finale, in programma martedì 3 agosto. Gli altri due quarti - sempre il 3 agosto - vedranno le sfide tra le prime due dei due gironi (Polonia e Russia) e le quarte classificate.

Vela, medaglia in arrivo

La ventiseiesima è già sicura con la vela. Ruggero Tita e Caterina Banti guidano la classifica nel Nacra 17 di vela e sono medaglia sicura. Con un primo e due secondi posti nelle ultime tre regate prima della medal race, gli azzurri hanno aumentato il vantaggio sugli inseguitori in classifica generale: ora guidano la classifica con 23 punti davanti ai britannici Gimson-Burnet (35 punti) e ai tedeschi Kohloff-Stuhlemmer (47 punti). I due azzurri anche se dovessero arrivare ultimi nella medal race chiuderebbero a quota 45 punti, comunque almeno al secondo posto, d’argento. 

 La giornata di Tokyo si era aperta con il quarto oro per Caeleb Dressel che vince i 50 sl in 21"07 con il più alto margine di distacco della storia delle Olimpiadi, quasi mezzo secondo (0"48) a Florent Manaudou che si prende la terza medaglia della specialità, oro nel 2012, argento nel 2016 e bis a Tokyo. Terzo Fratus che a 32 anni ancora dice la sua in 21"57. Solo settimo Lorenzo Zazzeri in 21”78. Nei 1500 oro per l’americano Robert Finke: quarto Gregorio Paltrinieri che non riesce nell’impresa di guadagnare una nuova medaglia dopo l’argento negli 800 metri. Delusione della scherma con il fioretto maschile fuori ai quarti di finale. 

Staffetta femminile

L’ultima staffetta olimpica di Federica Pellegrini chiude al sesto posto nella finale 4x100 mista femminile: l’oro è andato all’Australia davanti a Stati Uniti e Canada.

Record eguagliato   

Sei medaglie come a Sydney 2000 quando, però, gli ori furono sei. A Tokyo il nuovo ha vinto argenti con Gregorio Paltrinieri negli 800 e la staffetta 4x100 sl, composta da Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo, e quattro bronzi negli 800 sl con Simona Quadarella, nei 100 rana con Nicolò Martinenghi, nei 200 farfalla con Federico Burdisso e nella 4x100 mista con Thomas Ceccon, Martinenghi, Burdisso e Miressi. 

Scherma

La grande delusione di giornata è però rappresentata dall’eliminazione della squadra di fioretto maschile (Daniele Garozzo, Alessio Foconi, Giorgio Avola, Andrea Cassarà) ai quarti di finale contro i padroni di casa del Giappone (43-45). Gli azzurri hanno chiuso così per la seconda Olimpiade consecutiva giù dal podio in una gara che storicamente aveva regalato parecchie soddisfazioni in passato. Con la gara odierna, termina il programma della scherma: era Mosca 1980 che l’Italia non si trovava con lo 0 nella casella degli ori vinti. Dalle pedane del Makuhari Messe sono arrivati 2 argenti (Daniele Garozzo nel fioretto individuale e Gigi Samele nella sciabola individuale) e 3 bronzi (spada femminile, fioretto femminile, sciabola maschile). Deluso il presidente del Coni, Giovanni Malagò: «Tra tre anni ci sono i Giochi di Parigi, da domani si deve lavorare per ricostruire un ambiente». (di Alberto Dolfin)

Atletica, Re in semifinale

Davide Re avanza alle semifinali dei 400, obiettivo fallito per Edoardo Scotti: il finanziere, con 45”46, firma il personale stagionale e, quinto nella propria batteria è il quarto di sei ripescati. Il carabiniere chiude quarto nella propria in 45”71, ma non basta (sarebbe servito 45”51).

Martello, Fantini in finale

Sara Fantini ha centrato la finale olimpica del lancio del martello con 71,68 metri, dodicesima ed ultima misura utile. In una qualificazione segnata da quasi 40 gradi di caldo, la miglior misura è stata quella della primatista del mondo, la polacca Anita Wlodarczyk, il cui 76,99 è andato tre metri e mezzo oltre la misura prevista per l'ammissione diretta alla finale. Fantini riporta il tricolore in una finale olimpica tredici ani dopo il settimo posto di Clarissa Claretti a Pechino 2008.

Tiro, pistola 25 metri

Tommaso Chelli ha chiuso le qualificazioni della gara olimpica della pistola 25 metri al 12° posto (288- 9x). Riccardo Mazzetti si è piazzato invece 18° (285- 8x).

Video del giorno

Friday for Future a Gorizia: centinaia di giovani sfilano per l'ambiente

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi