Alti livelli di antiossidanti possono ridurre il rischio di demenza negli anziani

Alti livelli di antiossidanti possono ridurre il rischio di demenza negli anziani
Un alto livello nel sangue durante la vita potrebbe avere un ruolo preventivo negli anziani. Ma le ricercatrici avvertono: tra i fattori in gioco ci sono anche stile di vita, attività fisica e livello di istruzione
1 minuti di lettura

I livelli di alcuni antiossidanti nel sangue durante la mezza età possono ridurre notevolmente il rischio di sviluppare demenza da anziani. È quanto emerge da uno studio condotto dal National Institute on Aging americano e pubblicato su Neurology, rivista dell'American Academy of Neurology.

Lo studio sugli antiossidanti

Lo studio ha seguito per più di 15 anni 7.283 americani che, all'inizio della ricerca, avevano in media 45 anni e sono stati sottoposti a diverse analisi, tra cui la misurazione dei livelli di antiossidanti nel sangue. Tre in particolare: luteina e zeaxantina, di cui sono ricchi vegetali come spinaci, broccoli o radicchio rosso, e beta-criptoxantina, presente in abbondanza in zucca, cachi, mandarini, peperoni.

Le valutazioni compiute al termine dello studio hanno mostrato che le persone che anni prima avevano i più alti livelli di antiossidanti presentavano un rischio notevolmente più basso di sviluppare demenza. Nello specifico, per ogni aumento di 15,5 micromoli per litro di luteina e zeaxantina si registrava una riduzione del 7% del rischio di demenza, mentre per ogni aumento di 8,6 micromoli per litro di beta-criptoxantina la riduzione del rischio era del 14%.

La protezione contro lo stress ossidativo

"Gli antiossidanti possono aiutare a proteggere il cervello dallo stress ossidativo, che può causare danni cellulari. Sono però necessari ulteriori studi per verificare se l'aggiunta di questi composti possa aiutare a proteggere il cervello dalla demenza", ha affermato una delle autrici dello studio, May A. Beydoun. La ricercatrice tuttavia invita alla cautela: anche se il loro ruolo fosse confermato, gli antiossidanti sono solo una delle componenti che contribuiscono a preservare la salute cognitiva. Lo studio ha infatti mostrato il loro effetto era influenzato da fattori come l'istruzione, il reddito o il livello di attività fisica svolto nel corso della vita.