Demenze, chi è più allenato ha il 33% in meno di probabilità di soffrire di Alzheimer

Più ci si muove e meno si è soggetti a demenze. Questione (anche) di dispendio energetico, oltre che di genetica. E un’attività aerobica svolta con regolarità riduce i rischi
2 minuti di lettura

Dieci milioni di nuovi casi di demenza diagnosticati ogni anno. Circa 55 milioni le persone affette nel mondo. E secondo le stime più serie del rapporto mondiale del 2015, questa cifra è destinata a raddoppiare ogni 20 anni raggiungendo i 78 milioni di malati nel 2030 e addirittura i 139 milioni entro il 2050. E poi c'è la malattia di Alzheimer, la forma più comune e manifesta di demenza (dal 50 all'80% dei casi), che causa perdita di memoria e altre abilità intellettuali che, con l'aggravarsi, arrivano a interferire con la vita quotidiana in maniera sempre maggiore.