Sì, è vero: alcuni alimenti (i peggiori) possono dare beatitudine

Sì, è vero: alcuni alimenti (i peggiori) possono dare beatitudine
Ci sono snack assemblati per stimolare i circuiti cerebrali del piacere. Patatine, cereali zuccherati, alcuni biscotti. In grado di creare dipendenze, anche se la food addiction dipende dalla predisposizione e dalla tolleranza individuale
2 minuti di lettura

Salato, grasso, un po' zuccherato e croccante. In una parola: beatitudine per il palato. Esistono biscotti e patatine dove l'equilibrio tra questi elementi è studiato nei minimi dettagli. Prodotti, in genere, a cui è difficile resistere. "Gli alimenti magistralmente calibrati in sapidità, dolcezza e grassi permettono di sviluppare quella che noi definiamo iper-palatabilità e di stimolare una sorta di punto di beatitudine, il cosiddetto bliss point", spiega Leonardo Mendolicchio, responsabile dell'Unità Operativa Disturbi Alimentari all'Auxologico Piancavallo (Verbania).