Medicina, il premio Nobel agli studiosi dei sensi e delle emozioni

Il 10 dicembre il re di Svezia consegnerà il riconoscimento a due scienziati per il loro lavoro sulla percezione dei sensi. E di noi stessi
3 minuti di lettura

Erano in molti, quest'anno, a scommettere che il Premio Nobel per la medicina avrebbe avuto, in qualche modo, un'etichetta con la scritta Covid. O, almeno, una relazione con il virus o, meglio ancora, con i vaccini e le tecnologie legate all'mRNA. Così non è stato, con il risultato di un'incomprensione dell'opinione pubblica e anche di qualche impaziente scienziato.