Pinocchio, lo spettacolo teatrale con i ragazzi usciti dal coma

Gli attori dell'associazione gli 'Amici di Luca' in tournée in Spagna 
1 minuti di lettura

Pinocchio, il paese dei balocchi, lo spettacolo di Babilonia Teatri e della compagnia teatrale dell'associazione Gli Amici di Luca di Bologna, sarà in tournée in Spagna a Madrid e Valencia.  Lo spettacolo, che coinvolge persone con esiti di coma che hanno intrapreso un percorso terapeutico di cui fanno parte anche attività teatrali, debutterà a Madrid il 12 novembre, dove rimarrà fino al 14, e poi partirà alla volta di Valencia dove, il 15 e 16, è previsto un percorso laboratoriale aperto a persone con esiti di coma e alla città, in collaborazione con l'associazione Nueva Opción.

Pinocchio - Il paese dei balocchi è il risultato di laboratori teatrali che si sono svolti tra la fine del 2011 e la primavera del 2012 alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Il percorso scenico è stato poi perfezionato in tre residenze estive, durante le quali gli attori sono entrati in contatto con altre realtà e operatori teatrali. Lo spettacolo ebbe un'anteprima alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris nell'ambito della 14a edizione della Giornata nazionale dei Risvegli per la ricerca sul coma - Vale la pena, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Pinocchio vive molteplici metamorfosi, soffrendo per questo. Anche chi si risveglia dal coma si trova cambiato profondamente. Lunghi i tempi della riabilitazione. Difficile riavvicinarsi alla vita di un tempo. Nel cuore dello spettacolo i tre interpreti saliti sul palco a torso nudo, svelano alcuni segni di quel passaggio sospeso tra la vita e la morte. Guidati dalla voce di Enrico Castellani, Paolo Facchini, Luigi Ferrarini e Riccardo Sielli interpretano Pinocchio e lo raccontano attraverso la loro esperienza personale e il racconto, ora ironico, ora drammatico, dell'incidente, del coma, del dopo. Il testo, firmato da Babilonia Teatri, ossia Enrico Castellani e Valeria Raimondi, si ispira all'omonima opera di Collodi, nucleo generatore di una serie di riflessioni sulla vita, sulla sua fragilità e la sua forza, sulla volontà, sulle scelte fatte e quelle mancate.

L'iniziativa è sostenuta dal Comune di Bologna, nell'ambito del gemellaggio con il Comune di Valencia, e dalla Fondazione ATER.