Focolaio di influenza aviaria a Roma. L'esperto: "Non c'è rischio di infezione per l'uomo"

Intervista a Maurizio Ferri responsabile del coordinamento scientifico della Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva: "I cibi sono sicuri, crea più danni la psicosi che il virus"
2 minuti di lettura

"Il rischio di infezione per la popolazione è nullo. Questo virus è molto contagioso per gli animali, ma non per l’uomo. Cerchiamo di evitare che possa nascere una psicosi come è già accaduto in passato: la psicosi fa più danni del virtus". Così Maurizio Ferri, medico veterinario per l’Asl di Pescara e responsabile del coordinamento scientifico della Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva, invita alla calma.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori