Mare di settembre: tutti i benefici di una passeggiata

Una passeggiata è un aerosol naturale di cloruro di sodio, iodio, fosforo, magnesio, zolfo e tutte le altre particelle minerali che evaporano dall’acqua marina. E da quella termale
2 minuti di lettura

Dall'acqua di mare alle terme, quale migliore occasione delle vacanze per immergerci in tutti i benefici del sodio? Sappiamo che una dieta ricca di sale aumenta la ritenzione idrica e la pressione del sangue, portando con sé il rischio di ipertensione e tutte le sue complicazioni. Ma non dimentichiamoci anche i tanti effetti benefici: il sodio regola il passaggio di fluidi e dei nutrienti, può ridurre le infiammazioni del sistema respiratorio, favorisce il riassorbimento dei liquidi ed è soprattutto un toccasana per la pelle.

Insieme al rame e lo zolfo contenuti nell'acqua marina o termale, il sodio dona ad ogni bagno proprietà antifiammatorie,  cicatrizzanti e antibatteriche che, combinate con il sole estivo, possono alleviare anche eczemi e dermatiti. Per chi il mare preferisce guardarlo, pure il "bagno d'aria" fa bene alla salute: un aerosol naturale di cloruro di sodio, iodio, fosforo, magnesio, zolfo e tutte le altre particelle minerali che evaporano dall'acqua marina, con effetti benefici sulle allergie respiratorie, l'ipotiroidismo e anche l'umore. Il consiglio è di passeggiare per almeno 20 minuti al giorno con l'acqua del mare che bagna giusto le caviglie, facendo respiri profondi, o ancor meglio, esercizi respiratori.

L'acqua minerale che si caratterizza per la sua purezza alla fonte, il suo contenuto in minerali e oligoelementi, ha proprietà curative universalmente riconosciute. I ricercatori dell'Università di Gand e dall'Istituto fiammingo per il mare hanno scoperto che lo spray marino, ovvero l'acqua di mare vaporizzata dalle onde, inibisce l'espressione genica di mTor, che svolge un ruolo importante nello sviluppo del cancro ai polmoni e nell'accumulo di colesterolo, aprendo a nuove potenziali applicazioni farmaceutiche. I ricercatori dell'Universiti Teknologi Malaysia hanno studiato il potenziale dell'acqua marina profonda come "fonte per la salute", dato che può aiutare in caso di malattie cardiovascolari, diabete, obesità, cancro e problemi della pelle.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, "la medicina termale è una delle più antiche forme di terapia dell'Occidente e in tal senso è da considerarsi una medicina tradizionale". "In quest'ottica - scrive il Ministero della salute - le terme possono essere punto d'incontro tra diverse forme di cultura medica finalizzate non solo alla terapia e alla riabilitazione ma anche al mantenimento della salute", tanto da prevedere prestazioni termali a carico del Servizio sanitario nazionale in caso di malattie reumatiche, dermatologie, ginecologiche e dell'apparato urinario.

Spa, per chi non lo sapesse, è l'acronimo della locuzione latina "salus per aquam", che significa salute per mezzo dell'acqua. L'Italia occupa una posizione di primaria importanza nel contesto mondiale, sia per la qualificazione delle cure che per la modernità delle strutture: sono oltre 380 i centri termali accreditati, presenti in 170 comuni, che offrono un'ampia varietà di acque destinate all'impiego in diverse aree cliniche.

E le offerte si moltiplicano, da Nord a Sud: c'è chi mette a punto programmi per contrastare stress, rafforzare il sistema immunitario e combattere i disturbi causati dal lockdown e chi ha predisposto Thalaquam, una piscina con acqua ad alta densità salina, e Salidarium, un letto di cristalli di sale caldo che stimola la circolazione sanguigna e linfatica, intensifica l'ossigenazione dei tessuti corporei e assorbe i liquidi in eccesso. Ci sono poi stabilimenti che offrono libero accesso alle sorgenti sulfuree naturali, come quelle delle cascate del Gorello, nel comune di Manciano. Qui l'odore di zolfo è pungente, ma questa acqua sorgiva favorisce la vasodilatazione cutanea e la riduzione della pressione arteriosa, oltre ad agire da antinfiammatorio sull'apparato muscolare e scheletrico.

E per portarsi tutti i benefici del mare anche a casa, dopo le vacanze, ci sono gli scrub, perfetti per quando l'abbronzatura sta iniziando ad andare via. Per la versione fai da te, mai usare la sabbia, che graffia la pelle e può contenere impurità. Meglio prepararselo da soli, con del sale integrale, olio di mandorle dolci ed essenze mediterranee, dal rosmarino al limone, passando per la lavanda e l'arancia amara, che è anche un tonificante.