Sesso, a lezione di seduzione femminile con la love coach

Dieci regole e qualche esercizio pratico per le donne in cerca dell’amore in quest’estate che invita a godersi la libertà riconquistata
5 minuti di lettura

L'estate dopo Covid. Finalmente senza la mascherina (almeno all'aperto) a nascondere il viso e tutte le emozioni che esprime quando incontra l'amore. E così tra le donne torna la voglia (e anche il coraggio) di provare a mettersi in gioco soprattutto se si tratta di 'cuori solitarì che hanno dovuto attendere la fine della pandemia per poter anche solo pensare di avere una relazione d'amore.

Ma dopo tanti mesi di sospensione degli incontri come si fa a ricominciare? E poi la paura di un potenziale contagio può essere ancora un freno per aprire le porte all'amore? A fornire qualche risposta e anche degli esercizi pratici è la psicologa e love coach Monica Ricci, aurice del libro 'Dopo la pioggia, l'arcobaleno' con 10 regole per ricominciare e provare a innamorarsi.
 

Che siano sole da tanto tempo o intrappolate in una relazione ormai spenta, mai come dopo aver vissuto la paura generata da oltre un anno e mezzo di pandemia c'è voglia d'amore, ma anche di lasciarsi alle spalle una storia finita e magari necessariamente trascinata durante i vari lockdown.

"Alcune persone - spiega Ricci che è anche counselor in sessuologia e mediazione familiare - pur avendo chiuso la relazione, sono state costrette a continuare a vivere sotto lo stesso tetto. Si può immaginare il carico di sofferenza quando la chiusura è stata dovuta, ad esempio, alla scoperta di un tradimento e anche quando la conclusione del rapporto era per così dire una 'fine annunciata'. L'impossibilità di rimettersi in gioco a causa delle restrizioni non ha certo favorito la capacità di riprendere in mano la propria vita e voltare definitivamente pagina".

La paura di farsi (ancora) male

Insomma, la voglia di tornare a vivere e perché no di innamorarsi approfittando delle vacanze estive è forte. E la paura del contagio da coronavirus? "E' stata sicuramente sentita in questi mesi di pandemia, ma quella che resta è la paura di essere ferite in amore, una paura che supera di gran lunga qualsiasi altro tipo di timore", risponde Ricci. Un timore che può essere anche fisicamente doloroso come dimostra uno studio americano di psiconeuroimmunologia pubblicato sulla rivista scientifica Pain.

I ricercatori hanno realizzato un esperimento organizzando un gioco online tra tre partecipanti: uno di questi era un uomo in carne e ossa, gli altri due erano invece dei partecipanti virtuali controllati da un elaboratore computerizzato. Il gioco consisteva nel passarsi la palla a vicenda, cosa che all'inizio è avvenuta in maniera regolare. Andando avanti col gioco, però, il terzo individuo - l'unico umano - è stato via via (intenzionalmente) escluso dalla partita: nessuno degli altri due partecipanti gli ha più passato la palla. "Si è notato - spiega Ricci - che la zona del cervello coinvolta durante questa delusione, la stessa che si prova quando si viene traditi, per esempio, è stata quella della corteccia cingolata anteriore, che si attiva solitamente quando si prova dolore fisico".

Riscoprire il piacere della seduzione

Ma dopo tanti mesi di stop emotivo, come si fa a ricominciare? Come recuperare quella voglia di sedurre che è stata messa in letargo? "In realtà, credo che per la maggior parte delle donne la voglia di sedurre non sia andata in letargo. Al contrario, penso che oggi più che mai ci sia il desiderio di esercitare il gioco della seduzione, proprio perché questi mesi di distanziamento sociale le hanno private di utilizzare appieno i cinque sensi, che sono fondamentali nella seduzione - aggiunge Ricci - . Le donne non vedono l'ora di tornare a farsi trasportare dall'odore di un corpo, da una mano che sfiora, da un sorriso finalmente libero dalla mascherina e da uno sguardo non più filtrato dallo schermo di un computer o di un cellulare". E per chi avesse perduto quella voglia di sedurre, magari anche per un'insicurezza personale? "Il suggerimento è di lasciarsi andare, di non preoccuparsi di cosa penserà l'altro, ma di essere semplicemente se stesse. In fondo, ciò che è davvero seducente è quella particolarità, quella caratteristica tipica e unica di ogni persona, e solo facendo cadere le maschere - quelle dietro le quali si tenta di nascondere alcune parti di sé, molto più difficili da togliere delle mascherine alle quali ci siamo abituati - è possibile trovare chi ci apprezza per ciò che siamo veramente", risponde la love coach.

Le regole per ricominciare

Aprirsi - ora che finalmente si può - a nuove conoscenze senza tirarsi indietro per timore di uscire dalla propria routine è il primo passo da fare per dirigersi verso un nuovo amore. "Anche se sembra banale non lo è affatto, perché ogni occasione ha mille potenzialità e non si sa mai cosa può riservare", dice Ricci che aggiunge: "Poi è importante ritagliarsi dei momenti solo per sé e per quello che si ama fare: ne beneficerà il corpo e anche la mente, e di conseguenza si affronteranno i nuovi incontri nel migliore dei modi". E proprio l'estate o meglio le vacanze (di qualunque tipo siano) presta il fianco ad un altro suggerimento: quello di lanciarsi in nuove esperienze. "Che sia il viaggio che si è sempre sognato, imparare un ballo caraibico o lanciarsi con il paracadute, l'importante è farlo perché non dobbiamo dimenticare che è proprio mentre siamo occupati a fare ciò che ci rende felici che abbiamo più possibilità d'incontrare chi è davvero in sintonia con noi perché è lì per il nostro stesso motivo".

Non guardarsi dietro

Soprattutto per le donne che hanno ancora qualche ferita d'amore aperta può essere difficile procedere spedite verso una nuova storia: "E' necessario tagliare davvero con il passato. Basta messaggi e chiamate con l'ex che consumano solo tempo ed energia. È importante chiudere davvero quella porta per poterne aprire un'altra", raccomanda l'esperta. E poi - a maggior ragione se si è in vacanza - bisogna smetterla di rimuginare sul passato e guardare al futuro. "Invece di stare a guardare le foto delle vacanze con l'ex, o peggio ciò che lui ora pubblica sui social, scattare nuove foto e fare in modo che questo sia un periodo da ricordare come l'estate della rinascita".

Workout per le emozioni

Oltre al libro, sotto l'ombrellone o nello zaino da montagna per il trekking sarà bene mettere anche carta e penna perché la love coach suggerisce degli esercizi pratici per le donne che si preparano all'amore in vacanza partendo dal presupposto che poiché l'estate offre più occasioni d'incontri spesso alcune donne diventano molto critiche con sé stesse e si portano dietro la sensazione di essere in qualche modo sbagliate.

"Per rivalutare ciò che non amano di sé - suggerisce Monica Ricci - le invito a stilare un breve elenco di quelle che considerano proprie qualità e di quelle che si considerano punti di debolezza, concentrandosi sugli aspetti caratteriali. Dopo averlo fatto, consiglio di rileggere una volta al giorno l'elenco delle proprie qualità e di usare la colonna delle debolezze cercando di cambiare visione, vedendole non più come una debolezza, ma come un punto di forza".

Così, per esempio, se tra le debolezze ci sono caratteristiche come pignoleria e puntigliosità, potrebbero trasformarla in un punto di forza come precisione e attenzione ai dettagli.

Il diario della gratitudine

Ma c'è un altro esercizio che - dopo aver vissuto la pandemia da Covid-19 - in realtà farebbe bene a tutti, non solo a chi sta cercando l'amore: è il 'diario della gratitudine' dove appuntare ogni sera almeno tre cose di cui essere grate che sono successe nell'arco della giornata appena trascorsa, e più in generale ciò di cui si è grate nella propria vita.

"Di solito, quando lo propongo, all'inizio le persone fanno fatica a trovare qualcosa da scrivere, ma a poco a poco si rendono conto di come, a pensarci bene, quella lista sia praticamente infinita", racconta Ricci. "Questo esercizio è fondamentale perché focalizzare la mente su ciò di cui siamo grati ci permette di produrre dentro di noi sensazioni di benessere e allo stesso tempo di bilanciare i pensieri negativi, soprattutto quando la paura dell'ignoto prende il sopravvento. E dato che l'incertezza genera spesso ansia in chi è single e desidera rimettersi in gioco, dirigere i pensieri sugli aspetti positivi della propria vita è fondamentale per arginare quella paura e quella preoccupazione che purtroppo spesso sono proprio la causa dell'insuccesso delle nuove conoscenze".