Britney Spears e i disturbi mentali, quando il confine è molto sottile

(afp)
La popstar è intervenuta in tribunale per difendersi dal padre che ha la sua tutela giuridica ed economica da oltre 13 anni. Riproponendo il tema dei comportamenti fuori dagli schemi etichettati come malattia
3 minuti di lettura

Britney Spears è tornata in tribunale qualche settimana fa per chiedere di poter decidere della sua vita e di essere svincolata dalla tutela del padre, che ha definito "abusante". Da 13 anni il padre controlla infatti l'intero patrimonio e la vita della figlia. Anche la sorella si è schiarata dalla parte della popstar, e i suoi fan, con movimenti di opinione sempre più pressanti che chiedono "libertà per Britney".

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori