Sbiancante per denti: troppa acqua ossigenata in quelli acquistati online

L'indagine di un'associazione inglese dei consumator: nel Regno Unito trovati livelli pericolosi nel 58% dei prodotti offerti sul web. Possono bruciare le gegive e far cadere i denti
1 minuti di lettura

DENTI bianchi, ma cadenti e con gengive malate: questo il prezzo nascosto di alcuni prodotti per lo sbiancamento della dentatura che venivano venduti online nel Regno Unito. Un’indagine di Which?, associazione inglese per la difesa dei consumatori, ha rivelato che i prodotti in questione contengono livelli pericolosi di agenti chimici che possono bruciare le gengive e causare la caduta dei denti. Ora alcuni di questi sono stati ritirati dal mercato, riporta la Bbc.

Carie, come difendere la salute della bocca

Il prodotto peggiore esaminato dagli esperti di Which? conteneva 300 volte l’ammontare consentito di perossido di idrogeno. Oral Orthodontic Materials Store, l’azienda che lo produce, ha dichiarato di avere “trovato l’errore” e di averlo corretto, aggiungendo che per il momento il prodotto è stato ritirato dalle vendite sul web. AliExpress, la catena di vendite online che lo offriva nel suo catalogo, conferma: “Abbiamo agito immediatamente appena notificati del problema, che violava le nostre norme sanitarie. Tutti i rivenditori che appaiono sul nostro sito devono rispettare la legge”.

Ma il fenomeno non riguarda un singolo prodotto o un singolo commerciante su internet: 20 dei 36 prodotti per lo sbiancamento dei denti esaminati da Which? avevano livelli illegali di perossido di idrogeno o di altri agenti chimici sbiancanti, afferma la Bbc. Sembrano invece più sicuri i prodotti di questo genere venduti nelle farmacie o nei negozi specializzati che, secondo l’inchiesta, contengono non più dello 0,1 per cento di perossido di idrogeno. Il limite legale per i dentisti è il 6 per cento. Sei dei prodotti esaminati dall’associazione per la difesa dei consumatori ne contenevano il 10 per cento. Un impressionante filmato postato da Which mostra le conseguenze dell’iniezione di uno di questi prodotti su una bistecca dopo appena 30 minuti, lasciando immaginare cosa possano causare alle gengive.

Incoraggiata dai social media, l’abitudine ad avere denti di un bianco quasi accecante è tuttavia sempre più diffusa, con i rischi che ciò comporta se non si presta la massima attenzione. “Con il perossido di idrogeno non si scherza - dice alla radiotelevisione pubblica britannica il dottor Paul Woodhouse - un dentista è addestrato a questi trattamenti e sa quali prodotti per lo sbiancamento sono efficaci e sicuri, ma se uno distrugge le gengive rischia di perdere i denti”.