Stress agonistico, lo psichiatra: "Prandelli si è fermato in tempo, è stato saggio e coraggioso"

(agf)
Francesco Cro e la decisione di lasciare la panchina: quei segnali che tutti noi dobbiamo riconoscere prima che sia tardi
2 minuti di lettura

“In questi mesi è cresciuta dentro di me un’ombra che ha cambiato anche il mio modo di vedere le cose”. E’ uno dei passaggi della lettera che Cesare Prandelli, ex allenatore della Fiorentina Calcio, ha inviato ai vertici della squadra presentando le sue dimissioni. Già in passato aveva lasciato la panchina di una squadra per motivi personali (abbandonò quella della Roma nel 2004 a causa di una grave malattia della moglie) e ieri ha confessato pubblicamente: “Mi trovo in un assurdo disagio che non mi permette di essere ciò che sono”.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori